Zaytsev, operazione al ginocchio: fuori 3 mesi. Civitanova corre ai ripari

Zaytsev, operazione al ginocchio: fuori 3 mesi. Civitanova corre ai ripari

La notizia inizia a circolare veloce e senza appello: Ivan Zaytsev, già capitano e bomber della Nazionale, è costretto a fermarsi e, dopo l’ennesimo consulto, a farsi operare. Un’infiammazione al ginocchio destro, che lo ha penalizzato duramente ai Giochi, è stata esaminata a lungo in una serie di visite con gli specialisti. E la decisione finale ha portato a questo intervento (già fissato a Roma, a Villa Stuart, struttura sanitaria molto conosciuta fra gli sportivi, a cominciare dai protagonisti del calcio) che è stato considerato come la strada migliore per uscire dalla situazione attuale. L’alternativa sarebbe stata un periodo di riposo, ma con una condizione non chiara per la ripresa. “Meglio” intervenire subito e iniziare a lavorare per il pieno recupero. Che pare non avverrà prima di tre mesi. Più o meno prima di Natale. Una decisione concordata anche con la società che aveva già dovuto fare i conti con un infortunio del genere all’inizio della stagione 2018-2019, con il bulgaro Sokolov che poi aveva completamente ripreso. Chiaro che si sta parlando di un intervento che comporta tre settimane di stop completo, prima di iniziare una graduale rieducazione, fino al completo ritorno in campo.

PRIMO

—   Per Ivan Zaytsev, 32 anni, si tratta del primo vero intervento collegato alla professione, in un anno particolare. Visto che, dopo l’avventura a Kemerovo, questa avrebbe dovuto essere la stagione del rilancio italiano in una piazza, come quella della Lube, dove aveva già vinto.

ESTATE DIFFICILE

—   Poi le cose sono andate diversamente. Un’estate difficile in Nazionale con questo problema al ginocchio denunciato, a denti stretti, solo in prossimità dei Giochi di Tokyo, dove Zaytsev (cattiverie e superficialità sui social a parte) non ha potuto aiutare la squadra. Si vedeva da lontano che non era il solito bomber e per lui era scattato il consueto de profundis sportivo, senza che si conoscessero le cose nel dettaglio. Sorprende che una cosa del genere sia stata trascinata per tutta l’estate, soprattutto in Nazionale, dove gli atleti vengono monitorati attentamente. Anche capire se ci sono stati problemi o errori, comunque, oggi non aiuta Zaytsev, il quale, metabolizzato il colpo, starà già contando il tempo che manca alla ripartenza. Nel frattempo si godrà di più i figli, dopo l’anno in Siberia. In attesa di capire come potrà tornare in campo nell’anno del Mondiale: Ivan si è già sentito con De Giorgi, il nuovo c.t., che fin da subito aveva optato per non convocarlo vista la situazione complessa. È chiaro che ora Civitanova si trova senza un tassello importante nella prima parte della stagione che inizia il 10 ottobre con il campionato di Superlega e che dopo due settimane (il 23 e 24) mette in palio il primo trofeo, la Supercoppa Italiana.

ALTERNATIVA

—   Come vice Zaytsev la squadra campione d’Italia può schierare Gaby Garcia, prelevato da BYU, lo stesso College di Davide Gardini, arrivato alla finale del torneo universitario negli Stati Uniti, persa poi con Hawaii. Ma il coach dei marchigiani, Gianlorenzo Blengini, valuterà anche altre opzioni, e pare che una porti all’innesto di Robertlandy Simon come opposto, lasciando il centro. Ruolo in cui il gigante cubano si era già distinto diverse volte in carriera e in alcune partite anche con la Lube. Dato che da lunedì i campioni d’Italia tornano a lavorare. Una difficoltà in più sulla strada della conferma dopo i trionfi (Coppa Italia e tricolore) della stagione scorsa.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/21-08-2021/volley-zaytsev-operato-ginocchio-fuori-3-mesi-civitanova-ripari-420600555079.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: