Zaytsev: “Lavoro duro, in stile Zeman, per tornare al top“

Zaytsev: “Lavoro duro, in stile Zeman, per tornare al top“

“Sono a un terzo del percorso di riabilitazione e tra qualche giorno è in programma a Villa Stuart il controllo del 45° giorno per capire se si può iniziare a fare qualcosa di più dinamico, salti compresi”. Ivan Zaytsev non vede l’ora di recuperare dall’infortunio al ginocchio destro che lo ha costretto a farsi operare dopo i Giochi di Tokyo. Intervento il 25 agosto: il bomber azzurro ora lavora per tornare al top in vista delle sfide che la Lube Civitanova, la sua “nuova-vecchia” squadra, è pronta ad affrontare.

COME PROCEDE LA RIABILITAZIONE DOPO L’INTERVENTO?

“Mediamente lavoro 6-7 al giorno per tornare al 100%. Un lavoro sui muscoli e aerobico con anche i gradoni, in stile Zeman”.

DOMANI A PADOVA SI APRE LA STAGIONE CON LA 1a GIORNATA, MA LEI NELLE PRIME SETTIMANE NON SARÀ IN CAMPO. CHE CAMPIONATO SI ASPETTA?

“Sarà una Superlega di alto livello. Tante formazioni si sono attrezzate, molte si sono rinnovate. Credo che sarà uno dei più bei campionati di sempre. La Superlega italiana che si conferma il più forte al mondo”.

LA RIVALE PIÙ PERICOLOSA?

“In Italia non ti puoi permettere di abbassare il livello d’attenzione con nessuna perché rischi di perdere anche contro l’ultima in classifica. Certo, Perugia, Modena, anche Piacenza si sono rinforzate molto”.

QUALE POTREBBE ESSERE LA SQUADRA RIVELAZIONE?

“Vibo l’anno scorso ha fatto molto bene e quest’anno, con la rosa completamente nuova, potrebbe ripetersi. E poi Monza che già nel 2021 è arrivata in semifinale”.

COME FARÀ SENTIRE LA SUA VICINANZA ALLA SQUADRA IN QUESTO PERIODO “D’ASPETTATIVA”?

“Proverò a stare il più possibile a contatto con i compagni. Incitandoli da fuori, facendo sentire la mia presenza”.

IN ATTESA DI UN RIENTRO: I TEMPI SARANNO RISPETTATI?

“Prima dell’intervento si parlava di 90 giorni. Vedremo”.

SE IVAN ZAYTSEV FOSSE UN TALENT SCOUT SU QUALE GIOVANE DI SUPERLEGA PUNTEREBBE?

“Gli azzurri dell’under 21 mi hanno proprio divertito. È stato bello vederli in campo. Porro avrà l’occasione di mettersi in mostra come palleggiatore a Milano, Stefani farà il secondo opposto a Taranto e potrà crescere ancora, Michieletto è già sbocciato mentre Rinaldi a Cisterna si potrà ritagliare spazi importanti. Infine Catania a Piacenza parte da secondo libero, ma chissà…”.

C’È STATO IL SORTEGGIO DEL MONDIALE CHE SI GIOCHERÀ IN RUSSIA…

“Si viaggerà tanto ma ci presenteremo con una squadra forte”.

HA PARLATO CON DE GIORGI PER IL SUO FUTURO IN NAZIONALE?

“Ci siamo sentiti prima dell’Europeo con l’idea di risentirci quando avrò recuperato. Se mi chiama sono pronto”.

COME È STATO TORNARE NEL MONDO LUBE CIVITANOVA?

“Fantastico. Dal preparatore Merazzi, al magazziniere. Sono tornato a casa”.

E CON I NUOVI COMPAGNI DI SQUADRA?

“Ho giocato con quasi tutti. Le novità per me sono Lucarelli e Simon. Robertlandy è fantastico. Sia in campo che fuori. Umanamente è una persona speciale”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/08-10-2021/volley-zaytsev-lavoro-duro-stile-zeman-tornare-top-4201711733123.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: