Vibo, fuga all'alba per Douglas: lo aspetta il Grande Fratello

Vibo, fuga all'alba per Douglas: lo aspetta il Grande Fratello

Il 17 gennaio, quando comincerà Big Brother Brasil (BBB) forse questa strana storia vedrà consumarsi un altro capitolo. Da ieri mattina (ore 6.43 del mattino il suo post su Instagram) Douglas Souza non è più un giocatore della Tonno Callipo Vibo Valentia. Lui e il suo compagno sono partiti alla volta del Brasile. Con una serie di commenti affidati ai social: la felicità sta in uno sguardo, scriveva dall’aeroporto. Con una lunga serie di incitamenti dei follower brasiliani che gli facevano gli auguri. La sera prima dopo l’allenamento si era congedato dai compagni di squadra adducendo motivazioni personali a questa scelta. Lui e il suo compagno non si sarebbero trovati bene in Calabria e che il ritorno in patria era da imputare solo a questo. In realtà dall’altra parte dell’Oceano anche se l’ufficio stampa della trasmissione non si lascia sfuggire nulla, sui nomi dei possibili partecipanti, ci sono una serie di indicazioni che lasciano pensare che sarà proprio il martello campione olimpico 2016 uno dei protagonisti della trasmissione che sarà presentata da Tadeu Schmidt, giornalista, fratello di quell’Oscar campione di basket (per lunghi anni in Italia), che sara il presentatore del Big Brother. Ma sulla scelta dei concorrenti il riserbo è massimo, quindi ci si deve affidare ai si dice. Già la scorsa estate Douglas in un’intervista aveva fatto sapere che non si sarebbe lasciato sfuggire l’occasione per una partecipazione del genere.

GIOCHI

—   Ad agosto poi la sua popolarità in Brasile si era impennata in occasione dell’Olimpiade di Tokyo. Le sue storie su Instagram lo avevano reso uno dei grandi personaggi dei Giochi giapponesi. Oltre tre milioni di follower per seguire i suoi balletti e le sue “buona notte” dal Villaggio, diventando un’icona del mondo LGBT visto che non ha mai nascosto le sue tendenze sessuali. Era tornato a far parlare di sé per l’accordo siglato con Facebook, come gamer, attività che faceva anche prima sul suo canale youtube, e naturalmente nella polemica mediatica che aveva coinvolto l’ex compagno di Nazionale Mauricio Borges, accusato di omofobia per una polemica sui gusti sessuali di un supereroe.

IN CAMPO

—   Sul taraflex le cose erano andate molto diversamente. Vibo è al penultimo posto in classifica e anche nell’ultima gara giocata (Perugia) Douglas era finito in panchina. Insomma tutto fuori che una stagione esaltante con la squadra del presidente Callipo vittima (non solo per colpa del brasiliano) di una bruttissima classifica. E con lo spettro della retrocessione non così remoto, anche per il prolungarsi della assenza di Nishida (si parla di rivederlo in campo non prima di gennaio). Insomma forse la più che probabile chiamata del Grande Fratello brasiliano è arrivata nel momento giusto. A qualche amico lo schiacciatore avrebbe anche confidato che per qualche mese avrebbe potuto mettere da parte la pallavolo, dedicandosi ad altre attività. «La Tonno Callipo ha appreso che l’atleta verdeoro Douglas Correia de Souza ha abbandonato la città ed i compagni di squadra senza alcuna autorizzazione e giustificazione. La Società, profondamente delusa dall’inspiegabile comportamento dell’atleta, valuterà ogni azione per tutelare gli interessi del Club». E’ stato il commento della società che si tutelerà anche legalmente. E un’eventuale penale sarebbe più facile da affrontare con Tele Globo alle spalle (il colosso Tv che produce BBB). In tutto questo Vibo resta con un palmo di mano. Arriverà il tedesco Fromm perché non c’è altro, mentre ogni speranza di ingaggiare l’austriaco Buchegger pare definitivamente tramontata (resta in Turchia) altri innesti di mercato non si vedono. Ma questo non è più un problema di Douglas Souza. che fra poche settimane si occuperà molto più di audience televisiva che di percentuale di palloni schiacciati. Mentre la storica società calabrese dovrà fare del suo massimo per evitare una dolorosa retrocessione.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/10-12-2021/volley-douglas-fuga-aspetta-grande-fratello-430390119703.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: