Superlega: prima vittoria per Taranto, contro Ravenna facile 3-0

Superlega: prima vittoria per Taranto, contro Ravenna facile 3-0

RAVENNA-TARANTO 0-3 (18-25, 22-25, 19-25)

—   Alla seconda giornata è già iniziato il mini-girone per la salvezza, alla luce degli scontri diretti di Ravenna e Cisterna che dicono già una parola importante nella lotta per restare in Superlega. Al Pala De Andrè il punto esclamativo lo mette la Gioiella Prisma Taranto, che vince largo (0-3 il finale) e meritatamente su una squadra dai limiti tecnici clamorosi, come del resto era noto già da un paio di mesi. Solo Klapwijk ha cercato di tenere a galla i suoi, dall’altra parte Di Pinto ha trovato benefici dalla staffetta Stefani-Sabbi, anche se entrambi hanno funzionato abbastanza a tratti. Si parte con un primo set in equilibrio quasi perfetto, gli ospiti con l’ex Stefani provano il primo allungo sul 13-16, poi alzano un muro quasi invalicabile sul quale i romagnoli si schiantano e lasciano via libera ai pugliesi, che chiudono grazie ad un servizio sbagliato di Vukasinovic.Non cambia il menu iniziale neppure nel secondo set, tra un’indecisione e un’altra però la Consar sfrutta meglio gli errori ospiti e ribalta il copione, portandosi avanti 8-6 con Ulrich e Candeli in campo, mentre Di Pinto cambia l’opposto dopo due errori di Stefani ma Sabbi si presenta a sua volta allo stesso modo e ne approfitta Ravenna per restare avanti. Ma tornano le streghe in campo romagnolo, con una palla che cade e tutti guardano per riportare Taranto in vantaggio pur senza brillare affatto (18-19), anzi. Volata finale del set palpitante per la posta in gioco, Sabbi sbaglia ancora (20-19) ma poi sorpassa sul 21-22, è il viale del tramonto per la Consar che sbaglia la battuta con Ljaftov, entrato appositamente, e subisce il punto decisivo del risorto opposto ospite alla prima occasione utile. Ad un set dal baratro, Ravenna cerca di aggrapparsi all’orgoglio ma anche a Klapwijk ed alle mancanze ospiti, ma non basta (10-12 a metà strada) anche perché adesso Sabbi va abbastanza regolarmente sopra al muro romagnolo. Si ferma però la ricezione ospite e i padroni di casa tornano a contatto (15-16) in una girandola di cambi che non cambiano però troppo i fattori . Ma è un fuoco di paglia, perché con un mini-break la Prisma va sul 16-19 e poi va a chiudere in scioltezza con Joao Rafael, conquistando tre punti molto preziosi. (Sandro Camerani)

CISTERNA-PADOVA ORE 20.30

—   Entrambe le squadre cercano i primi punti del campionato.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/16-10-2021/volley-superlega-ravenna-taranto-cisterna-padova-4201857989196.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: