Superlega, Piacenza travolge Taranto

Superlega, Piacenza travolge Taranto

Per la nona giornata di campionato il pomeriggio inizia con la vittoria netta di Piacenza su Taranto. Alle 18 in campo a Modena e Civitanova

PIACENZA-TARANTO 3-0 (25-18, 28-26, 25-15)

—   Obiettivi opposti ma stessa necessità di conquistare punti per Piacenza e Taranto: biancorossi reduci da due sconfitte consecutive in trasferta, pugliesi che vogliono raggiungere zone sempre più tranquille di classifica. Alla fine sorridono doppiamente i padroni di casa: conquistano i tre punti e ritrovano anche Francesco Recine dopo 20 giorni di stop a causa di un problema alla mano destra. Inserito nel secondo set l’attaccante resta in campo fino al termine e dimostra di essere pienamente recuperato. Bernardi inserisce Stern nel sestetto e l’opposto impiega due scambi per far capire che si tratta della scelta giusta, esordendo con un muro e un attacco vincenti. La Gas Sales Bluenergy scappa subito, tiene alto il ritmo e il primo set è tutto di marca biancorossa; Randazzo prova a tenere a galla i suoi, ma la coppia Stern-Rossard firma 15 punti e per gli ospiti non c’è niente da fare. Sotto 1-0 Di Pinto inserisce Joao e la mossa si rivela azzeccata: il brasiliano fornisce subito le risposte adeguate (chiuderà con 6 punti la frazione) e si carica i compagni sulle spalle, con Taranto che ribalta l’inerzia ed è capace di condurre anche 19-16. Nel finale Piacenza, che nel frattempo ha inserito Lagumdzija e Recine, annulla due set point e mette la freccia chiudendo 28-26 alla seconda occasione. A questo punto i padroni di casa decidono che non è più il caso di rischiare, partono a razzo e già a metà frazione, con i biancorossi avanti 15-9, si capisce che la partita è segnata. L’ultima parte non regala emozioni, con la Gas Sales Bluenergy che conquista tre punti e ritrova tante certezze.

MODENA-VERONA 3-0 (27-25, 25-22, 25-21)

—   Modena esce definitivamente dalla crisi di inizio campionato. La vittoria, a tratti anche sofferta, contro Verona restituisce ai gialloblù quel ruolo di squadra importante, messo in discussione da un avvio di stagione (tre ko nelle prime cinque gare) deludente. La crescita del gioco ma in generale di tutta la squadra, in sette giorni ha allontanato dubbi e crisi: prima la vittoria con Trento, replicata mercoledì a Perugia e certificata dal successo contro l’ex Stoytchev. In avvio, formazioni annunciate al fischio d’inizio. Due ace di Modena, prima Leal e poi Mazzone, creano il break del 9-7 che dura pochissimo, Jensen e Mozic dal servizio mettono in ambasce Rossini, 10-12 col muro di Spirito su Leal. Ancora un muro, Asparuhov su Abdel Aziz, dice +3 Verona. Leal si riprende il pareggio a quota 16 con un muro su Jensen. Il resto è equilibrato fino al 21-23 siglato ancora da Mozic. Mazzone mura Jensen per il 23-23, poi Leal per il 24-23. Lo stesso cubano trasforma anche la rigiocata del terzo set ball che vale il 27-25. Nel secondo set ancora Leal con l’ace del 4-2, Mazzone col muro sul 7-5 poi sale in cattedra Earvin Ngapeth per il 10-7 con due pipe consecutive. Ancora Mazzone a muro segna il 15-11. Un paio di alzate imprecise di Bruno, una fischiata come doppia, consentono a Verona di impattare a quota 18. Modena non si scompone, Abdel Aziz e ancora Mazzone a muro le danno il 22-19. Ngapeth segna il cambiopalla del 24-22 poi l’ace del 25-22. La formazione ospite gradualmente si ‘stacca’ dalla partita, la squadra di Giani non si concede distrazioni e dimostra di essere in controllo anche nel terzo set. Nimir sale di nuovo in cattedra e per Verona non si speranza di recupero. Il primo ace dell’olandese vale il 14-9, la combinazione spettacolare tra Ngapeth e Leal dice 15-9. Stankovic esce sul 16-11 per un problema al ginocchio però c’è Mazzone. Qafarena, entrato per Jensen, segna un nuovo -2 con l’ace. Leal rimanda dietro gli avversari con l’ace del 23-19, prologo all’errore di Wounembaina che chiude il match sul 25-21..

CISTERNA-CIVITANOVA 0-3 (23-25, 23-25, 15-25)

—   Continua la sua cavalcata in testa alla classifica Civitanova che batte Cisterna 3-0 in un match più combattuto di quanto non dica il punteggio. Con Ivan Zaytsev finalmente presente almeno in panchina, la squadra di Blengini (che mercoledì esordisce in Champions contro il Novosibirsk) deve tenere a bada una Cisterna testarda che si rifa sotto nel punteggio ogni volta che i marchigiani rallentano. Un primo set molto equilibrato. Parte bene Latina con Maar e il muro e l’attacco della Lube sembra in difficoltà. Ci pensa Garcia a riportare in pari Civitanova sul 7-7 . Il punteggio rimane equilibrato, Simon una sicurezza insieme a Lucarelli (100% il primo in attacco, 83 il secondo) e Cisterna risponde con Maar e Dirlic molto efficaci. Nel secondo parte invece a mille la Lube che si porta sul 7-1. Cisterna recupera con Maar a servizio fino al -2. E’ sempre Simon a mantenere costante il gioco della Lube mentre Cisterna cerca di rimanere in scia trascinata da Dirlic, il più costante in attacco. Anche nel terzo set Civitanova parte forte con il servizio del solito Simon che scava il primo break sull’11-4. Stavolta Cisterna fa più fatica a recuperare: la Lube non si distrae più e chiude il match della nona vittoria

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/28-11-2021/volley-superlega-piacenza-travolge-taranto-430189865497.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: