Superlega: Piacenza fatica con Milano, Modena travolge Vibo

Superlega: Piacenza fatica con Milano, Modena travolge Vibo

PIACENZA-MILANO 3-2 (16-25, 25-21, 26-24, 20-25, 15-6)

—   E’ la partita fra due formazioni che non hanno mai perso: Piacenza ha sorriso sia all’esordio sia prima della pausa, Milano dopo il riposo iniziale ha battuto Monza. E’ la Gas Sales Bluenergy a proseguire la corsa al termine di una sfida infinita, chiusa al tie break e che cambia padrone un’infinità di volte nelle due ore e mezza di gara. La partenza è da brivido in casa emiliana, da sogno in quella milanese: gli ospiti quando ancora tutti gli spettatori devono prendere posto sui seggiolini sono già avanti 14-5 con una bella serie al servizio di Porro e nonostante i cambi di Bernardi. Un break impossibile da recuperare, la formazione di Piazza fa meglio in ogni fondamentale (5 muri a zero) e domina un primo set mai in discussione e chiuso 25-16. La partita vera inizia al cambio campo, l’Allianz continua a difendere ad altissimi livelli, la Gas Sales Bluenergy sbaglia qualcosa di troppo al servizio ma questa volta rimane in partita, trova risposte da Lagumdzija (7 punti nel parziale) e il primo sorpasso con due muri consecutivi di Recine che valgono il 19-15. E’ il fondamentale che si rivela decisivo nel finale: Holt firma un punto diretto poi Piacenza si regala il definitivo 25-21. Gli ospiti continuano a giocare, i padroni di casa devono gestire alti e bassi, così il gruppo di Piazza si porta subito 13-9 e poi difende un vantaggio di quattro lunghezze fino al 19-15. Bernardi inserisce Antonov per Recine e Piacenza ha il merito di non arrendersi mai, così dopo un set a rincorrere il muro di Brizard regala la parità a 22, poi è ancora il francese protagonista con un attacco di prima intenzione e quando toglie le mani che Jaeschke vorrebbe colpire per il punto del definitivo 26-24. Ormai il copione è scritto e si ripete: Milano detta il ritmo, i padroni di casa sono sempre costretti a inseguire. Succede anche nella quarta frazione, dove l’Allianz guadagna il primo break sull’8-4 che difende a lungo. I biancorossi riescono ad accorciare ma il set è sempre nelle mani dei lombardi che non rischiano niente e portano la gara al tie break con il parziale di 25-20. Due ace consecutivi di Antonov consegnano il 5-2 a Piacenza che adesso corre più veloce come conferma l’8-2 di Lagumdzija al cambio di campo. Ormai l’incontro ha preso la strada emiliana, con la squadra di Bernardi che chiude 15-6 e prosegue la striscia vincente.

MODENA-VIBO VALENTIA 3-0 (25-20, 26-24, 25-22)

—   E’ l’esordio per Modena nel ‘suo’ Palapanini. Imperativo per la squadra di Giani, vincere, per dimenticare la sconfitta alla prima giornata a Monza. Missione compiuta al cospetto di una Vibo che non ha sfruttato alcuni momenti (finale secondo set, fase centrale del terzo) per mettere alle corde i gialloblù. All’inizio formazioni confermate quasi in toto, a parte Gargiulo al posto di Candellaro lato Vibo, mentre Sanguinetti prende il posto di uno Stankovic ancora convalescente. Modena fugge subito 4-1 con un muro e un ace di Ngapeth, ma il giocatore scatenato è Abdel Aziz, sull’11-8 ben 8 punti sono suoi prima che l’ace di Ngapeth costringa al time out Baldovin. Modena non si volta più e va a chiudere 25-20 col muro di Sanguinetti su Nishida. Nel secondo set Il servizio di Modena cala, Vibo aggiusta il muro sugli attaccanti gialloblù e Nishida va al servizio sull’11-11 prima che Douglas trasformi una rigiocata e arrivi l’ace dell’11-13. Modena impatta subito e supera con un errore di Flavio al centro (17-16), ma Vibo torna a mettere in ambasce la ricezione dei padroni di casa tornando avanti di un break (18-20) su un brutto errore di Leal. Dal 21-23 però è assolo di Modena: Ngapeth col rigore sulla rigiocata del possibile 21-24 per Vibo, Nishida out, muro di Ngapeth: 24-23 improvviso, il set si concretizza sul 26-24 con la rigiocata di Abdel Aziz. Nel terzo Modena si addormenta in partenza: 0-3 con Leal che subisce ace e viene murato. Douglas segna il 5-9. Prova a rientrare Modena ma il muro di Mauricio su Nimir la tiene lontana (10-14). Il muro di Sanguinetti su Flavio vale il -2, l’ace di Ngapeth il -1 sul 16-17, il pareggio arriva con un altro muro di Sanguinetti, maestoso su Nishida. Nimir va in diagonale per il +1 sul 19-18, Sala segna l’ace del 20-18. L’erroraccio di Mauricio dice 23-20, il muro di Mazzone su Flavio dopo un’azione straordinaria delle due difese vale il 24-21. Chiude le ostilità un errore al servizio di Basic.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/30-10-2021/volley-superlega-piacenza-fatica-milano-prima-una-notte-4202145351246.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: