Superlega: Milano si prende il derby, Taranto affonda Ravenna

Superlega: Milano si prende il derby, Taranto affonda Ravenna

Va a Milano il derby lombardo con Monza nel recupero della seconda giornata di ritorno. Taranto invece batte in casa la Cenerentola Ravenna

MONZA-MILANO 0-3 (22-25, 16-25, 22-25)

—   Il derby è di Milano. L’Allianz espugna l’Arena di Monza centrando la quarta vittoria consecutiva in campionato (quinta contando la Coppa Italia), condannando la Vero Volley al secondo 0-3 consecutivo. Mvp è Ishikawa, ma tutta Milano gioca una gara molto precisa e ordinata. Monza ha sprazzi di Davyskiba e Dzavoronok, ma la squadra è troppo fallosa. Eccheli ancora senza Grozer e e Galliani, parte con Orduna-Davyskiba (con compiti di ricezione) in diagonale, Grozdanov-Galassi centrali, Dzavoronok-Katic (a sorpresa) schiacciatori e Federici libero. Piazza risponde con Porro in regia opposto a Patry, Ishikawa e Jaeschke laterali, Piano e Chinenyeze al centro con Pesaresi libero. Monza brillante ed equilibrata in avvio, ma fallosa in battuta, cosi al primo affondo (Ishikawa e Jaeschke protagonisti) l’Allianz vola 15-20. La battuta (Davyskiba e Dzavoronok ace) accorcia, e il bielorusso indemoniato (8 punti a fine frazione) tiene a galla i suoi, ma i 7 errori in battuta condannano i brianzoli (nonostante il 68% in attacco) 22-25 con l’attacco dell’Allianz equilibrato. Monza ancora in confusione in avvio di seconda frazione e sul 3-10 Eccheli ha già terminato i timeout, con Milano cui è bastato mettere 3 palloni a terra e difendere senza sbagliare. Dentro Karyagin per Davyskiba, ma Milano è 4-13. Esce anche Orduna, i locali si rimettono in moto ma Milano è ben più ordinata e Porro fa quel che vuole con i suoi attaccanti. Con Jaeschke e Ishikawa che imperversano, Milano scappa e chiude senza problemi 16-25, con l’attacco sempre sopra il 60% e Monza a 16 errori e 0 muri. Inizio in equilibrio nel terzo set, Ishikawa e Piano colpiscono, ma ci sono ancora 7 errori dei locali nell’8-11 (primo timeout Eccheli). Sfuriata di Dzavoronok per il 12-12 (6 del ceco) e timeout Piazza. Squadre a braccetto, poi triplo errore di Dzavoronok e Davyskiba e Milano, con Ishikawa ispiratissimo si stacca 19-23 prima del 22-25 che vale lo 0-3 finale.

TARANTO-RAVENNA 3-0 (25-19, 25-20, 29-27)

—   Nel recupero della gara valida per la seconda giornata di ritorno la Gioiella Prisma Taranto si impone sulla Consar RCM Ravenna e guadagna tre punti utilissimi in vista di un finale di gennaio che in pratica varrà un stagione dato che sarà impegnata in due match delicati e decisivi in chiave salvezza (domenica prossima a Padova e mercoledì 2 febbraio a Vibo Valentia). Coach Di Pinto “rischia” in cabina di regia Falaschi, reduce da una lieve distorsione alla caviglia appena tre giorni fa a Cisterna mentre dall’altra parte della rete coach Zanini conferma a distribuire gioco il palleggiatore brasiliano Queiroz Franca che però viene sostituito subito (scelta tecnica) in avvio di primo set da Biernat sul punteggio di 6-0 per Taranto. Un vantaggio che i pugliesi dissiperanno sino a meta parziale perché in battuta Klapwiik trova un bel break (10-9). Stefani e Randazzo, però, guidano un contro-break che riporta Taranto a +6 (21-15) ed a chiudere il parziale in proprio favore. Nel secondo set Ravenna, con Queiroz in palleggio, parte nuovamente male (7-2 per Taranto) con coach Zanini che aveva giò operato due cambi togliendo il centrale Candeli sostituito da Comparoni e lo schiacciatore Ulrich, sostituito dal giovanissimo Orioli (classe 2004). I romagnoli riescono ad avvicinarsi a Taranto (10-8,12-10) ma poco dopo crollano sotto colpi del rapace duo Stefani-Randazzo. Il terzo parziale se lo aggiudica con tanta sofferenza la Gioiella Prisma Taranto ai vantaggi (29-27, muro vincente di Di Martino su Klapwjik), al quinto match ball a disposizione dopo aver annullato un set ball agli avversari. Da segnalare l’infortunio al libero pugliese Laurenzano che sul 22-20, nel tentativo di recuperare fuori campo una errata ricezione di Joao Rafael su servizio del solito Klapwijk, ha sbattuto contro i tabelloni led elettronici e si è procurato un taglio sotto al ginocchio destro.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/26-01-2022/volley-superlega-milano-si-prende-derby-taranto-affonda-ravenna-4301114013221.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: