Superlega: Milano ok, le altre non giocano

Superlega: Milano ok, le altre non giocano

L’ALLIANZA FATICA FINO AL TIE BREAK PER AVERE LA MEGLIO IN CASA DI PADOVA. PER LA NONA GIORNATA È L’UNICA PARTITA, QUELLE DI DOMANI SONO TUTTE RINVIATE

A Padova maratona vinta da Milano nell’anticipo della nona giornata di Superlega. Domani non si giocano altre partite, sono state tutte rinviate per casi di positività.

PADOVA-MILANO 2-3 (16-25, 25-21, 15-25, 25-18, 11-15)

—   L’unica partita della SuperLega (tutte le altre sono state rinviate a data da destinarsi per il propagarsi dei contagi tra le squadre) premia Milano che torna al successo al termine di una partita tutt’altro che spettacolare e che permette anche a Padova di muovere l’anemica classifica. Cinque set in cui chi è partito in vantaggio ha chiuso facilmente il set. Una partita piena zeppa di alti e bassi da una parte e dall’altra. Padova si è affidata a un ritrovato Stern e alla verve di Bottolo, Milano alla sapiente regia di Sbertoli e all’alternanza dei propri martelli che, a turno, si sono caricati la squadra sulle spalle. La cronaca. Parte forte Milano che mette subito pressione alla ricezione padovana (2-7). La Kioene fa fatica in tutti fondamentali, a Milano riesce proprio tutto (6-13). Il cammino della squadra di Piazza non conosce ostacoli (9-17), anche perché i bianconeri ci mettono del proprio. Chiude Ishikawa sul 16-25. Nel secondo set entra Bottolo per Milan. La Kioene parte meglio (8-4), e allunga (15-9) trascinata da Stern. Entra Basic per Maar e Milano si desta iniziando la propria rimonta (18-16), ma Padova si affida a Bottolo (70 per cento in attacco nel set) che prende per mano i suoi (25-21). Il ko scuote l’Allianz che parte sparata in avvio di terzo set (1-6), un break che ipoteca immediatamente il parziale, anche perchè Padova torna a mostrare i suoi limiti e soprattutto conferma la propria propensione a mollare…senza mezze misure (non a caso è la squadra con la media punti/set più bassa del campionato). Il set è monologo milanese, senza il minimo sussulto. Se non per ricordare l’esordio di Ferrato (classe 2001) al posto di un poco preciso Shoji. Milano si rilassa nuovamente e Padova prova ad approfittarne nella parte iniziale del quarto set (7-2) con un doppio ace di Vitelli. Volpato porta i suoi sul 10-3, Bottolo firma a muro il 16-9. La Kioene va sul 21-11, questa volta a mollare di brutto è l’Allianz (25-17). Al tie-break l’inizio è tutto di Milano (4-7), che trova il miglior Maar della partita. Il muro dell’Allianz regala il 7-10 e poi per la squadra di Piazza si apre un’autostrada. Finisce con l’errore di Bottolo (11-15) nel silenzio surreale della Kioene Arena. Una SuperLega così è davvero triste.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/07-11-2020/volley-superlega-milano-ok-altre-non-giocano-390662237082.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: