Superlega: Milano mura Piacenza, Modena espugna Vibo

Superlega: Milano mura Piacenza, Modena espugna Vibo

L’Allianz Milano vince con Piacenza, supera Padova al settimo posto e avvicina proprio la formazione di Bernardi in classifica, ora avanti di un solo punto a parità di partite giocate. Modena espugna Vibo Valentia

VIBO VALENTIA-MODENA 1-3 (22-25, 25-21, 22-25, 22-25)

—   Il 2022 di Modena si apre con una vittoria importantissima sul campo della Tonno Callipo Vibo, reduce da 27 giorni di pausa forzata causa Covid. La squadra di Giani soffre, ma alla fine passa 1-3 grazie alle giocate dei suoi singoli, su tutti Ngapeth, decisivo con 21 punti e premiato com Mvp del match. Le formazioni: Giani rilancia Leal dall’inizio (il brasiliano reduce dalla positività al Covid) con Bruno al palleggio, Nimir opposto, Stankovic e Mazzone al centro ed Earvin Ngapeth a completare la formazione con Rossini libero. Baldovin risponde con Saitta al palleggio, Nelli opposto (all’esordio in giallorosso), Gargiulo e Flavio al centro, Borges e Basic in posto 4, Rizzo libero. I giocatori di Vibo giocano tutti indossando la mascherina ad eccezione di Basic. Il primo squillo è di Flavio a muro sul connazionale Leal, 2-1. Stankovic risponde murando Basic, 2-3. Arriva il break di Modena in contrattacco con la pipe di Leal, 2-4. Mazzone mura il tentativo dal centro di Gargiulo, 5-8. Nimir buca la ricezione di casa, 7-11, e coach Baldovin chiama il suo primo time-out discrezionale. Ngapeth gioca sul muro di Vibo, 9-14. Saitta e compagni tentano la risalita, ma la Callipo continua a sbagliare tanto in battuta. Palletta di Stankovic e Vibo in confusione, 12-18. Il primo punto di Nelli vale il 14-18. Da questo momento in poi Vibo prova a lottare palla su palla mostrandosi più pimpante e annulla diverse palle set, ma si arrende al primo tempo di Mazzone (22-25). Parte bene la Callipo nel secondo set con il break di Basic. Borges sbaglia in attacco, 5-5. Nelli, incontenibile, infiamma il PalaMaiata con un muro ed un attacco vincente e il mani e fuori di Basic portano Vibo sul 10-7 (time-out Giani). Gargiulo, devastante in questo secondo set, allunga il vantaggio (17-13). Il pallonetto di Basic vale il 20-16 e Giani è costretto a chiamare nuovamente i suoi in panchina. Nelli (ben imbeccato da Saitta) è immarcabile, 9 punti nel set con l’89% in attacco, e consegna il parziale a Vibo (25-21). Break a muro di Modena ad inizio terzo set. Due block-out dei padroni di casa ed un tarantolato Saitta ad ispirare Nelli portano Vibo sul 7-6. La float di Gargiulo è mortifera per la seconda linea modenese, 8-6. Leal viene murato da Flavio, 10-7, e Giani chiama tempo. Ngapeth prova a raddrizzare il tiro, 11-10. Gli emiliani virano avanti grazie al servizio infido di Bruno e a tre muri consecutivi, 13-17. Leal, 16-20, ma il brasiliano viene ancora una volta murato dal connazionale Flavio, 18-20. Borges infiamma la Fossa Giallorossa, 21-23, ma Leal è implacabile in pipe, 21-24. Mazzone firma il punto finale, 22-25. Vibo non demorde e nel quarto set si porta avanti 7-4 cn l’ace di Flavio. Rizzo ricama per Basic che trova il mani e fuori, 11-7. Ngapeth e Leal non demordono, 12-10. Borges risolve un side-out difficile, 13-11. Il transalpino svernicia il muro avversario e trova la parità, 14-14. Vibo però si riporta avanti 20-18 sfruttando gli errori di Modena. Stankovic è freddo e mura Flavio, 20-20. Leal è una furia in battuta, 22-24 e due palle match Modena. Borges attacca out, 22-25, e regala la vittoria, tre punti di platino ed il terzo posto agli emiliani.

MILANO-PIACENZA 3-1 (31-29, 23-25, 25-22, 25-18)

—   All’Allianz Cloud va in scena una partita bella e intensa, giocata alla pari da due squadre che esprimono un’ottima pallavolo. Piazza recupera per la panchina Romanò e Djokic (Daldello è ancora assente per Covid) e manda in campo il sestetto titolare con Porro al palleggio, Patry opposto, Ishikawa e Jaeschke in banda, Piano e Chinenyeze al centro e Pesaresi libero. Bernardi, che deve rinunciare in extremis a Holt (guai gastrici), schiera Brizard in regia con Lagumdzija opposto, Rossard e Recine martelli, Cester e Caneschi centrali e Scanferla libero. È subito equilibrio in campo con Jaeschke che fa capire a Porro di essere in ritmo e, dall’altra parte della rete, Lagumdzija e Recine che martellano con percentuali superiori al 60% in attacco (e 8 punti a testa al termine del primo set). Piacenza prova a condurre, ma nel finale Milano è più precisa e, dopo una serie di set point per parte, chiude con il muro di Mosca (nel consueto cambio tra under con Porro).

EQUILIBRIO

—   L’equilibrio prosegue anche nel secondo set, con le squadre che continuano a spingere al servizio e tengono comunque alte le percentuali in ricezione. Porro si affida molto ai centrali che rispondono presente; Brizard continua a tenere caldi Lagumdzija e Recine che non arretrano di un centimetro. Ne viene fuori un set bello che si chiude con un tocco di rete di Patry col ginocchio che tiene impegnati per un paio di minuti gli arbitri al video check prima di emettere il verdetto che riporta la gara in parità. Un set pari e punto e a capo. La costante del match è l’equilibrio, che l’Allianz riesce a rompere a metà set, trascinata da Chinenyeze e Jaeschke. La Gas Sales, però, è a immagine e somiglianza del suo allenatore e, con Russel in campo dall’inizio e Recine in versione Re Mida, si riporta sotto, fino all’acuto decisivo di Ishikawa che regala il set a Milano. Piacenza si scompone, Milano continua a tenere alta la pressione e prende subito il largo, fino all’errore in attacco di Recine (uno dei pochissimi della sua gara) che chiude la partita.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/06-01-2022/volley-superlega-milano-batte-piacenza-risale-classifica-430789911999.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: