Superlega, Civitanova travolge Piacenza. Perugia alla Final Four di Coppa Italia

Superlega, Civitanova travolge Piacenza. Perugia alla Final Four di Coppa Italia

Perugia è l’ultima qualificata alla Final Four di Coppa Italia (5-6 marzo a Casalecchio di Reno) mentre nel recupero della seconda di ritorno Civitanova espugna il campo di Piacenza

PIACENZA-CIVITANOVA 0-3 (17-25, 28-30, 21-25)

—   A tre giorni dalla vittoria in casa di Modena che ha regalato a Piacenza la Final four di Coppa Italia, la Gas Sales Bluenergy si trova di fronte i campioni d’Italia di Civitanova, domenica sconfitti da Milano nei quarti di Coppa. I marchigiani hanno l’infermeria piena; alle assenze già previste di Juantorena, Kovar e Jeroncic si aggiunge quella di Anzani, che non recupera dal problema muscolare al braccio destro. I padroni di casa hanno tutti a disposizione e Bernardi inserisce fra i titolari Stern al posto di Lagumdzija. Ma nonostante tutti i problemi fisici gli ospiti si portano sul pullman tre punti importanti, frutto di un meritato 3-0 arrivato dopo un primo set scontato e una seconda frazione in cui i padroni di casa possono recriminare per le occasioni non sfruttate. Ci vogliono tre scambi per capire che le partite di Coppa Italia sono in archivio. Civitanova parte a velocità doppia, mette in difficoltà i padroni di casa con il servizio, tanto che Bernardi sull’11-5 per gli ospiti sostituisce Rossard con Russell. Nel primo set non c’è partita, troppo netto il divario anche in termine di punti fra le due formazioni, con la squadra di Blengini che non spreca nemmeno troppe energie per regalarsi un facilissimo 25-17 e Zaytsev sugli scudi autore di 6 punti. Con la Lube avanti 1-0 si invertono le parti e tocca agli ospiti rincorrere i biancorossi, che con la gara sul 7-7 sfruttano un ottimo Rossard per allungare 13-9. Ma il copione è differente: la Lube non si stacca mai eccessivamente e nel finale agguanta la parità grazie a un ace di Yant: 20-20. Non è finita: Stern e un tentativo errato di Zaytsev su una palla complicatissima riportano avanti i biancorossi 23-21. Nel finale succede di tutto, gli ospiti pareggiano, poi la formazione di Bernardi spreca due set point e viene punita da Civitanova che con Lucarelli trova il 30-28. Blengini non cambia niente, anche perché la panchina non è così ricca, Bernardi invece ripropone la staffetta Stern-Lagumdzija, questa volta al contrario. Civitanova mostra tutta la propria solidità arrivando 13-11, ma Rossard pareggia a 15. Le due squadre combattono punto a punto, con la Lube sempre avanti di una lunghezza e Piacenza attaccata alla maglia dei marchigiani che però nel finale allungano con Simon e Zaytsev regalandosi tre punti importantissimi.

PERUGIA-PADOVA 3-0 (25-15, 25-23, 25-21)

—   Netta vittoria di Perugia, che vola in final four di Coppa Italia (per l’ottava volta in dieci stagioni) eliminando al PalaBarton in tre set Padova e conquistandosi il diritto a sfidare Piacenza (che aveva eliminato Modena) in semifinale, dopo che le due squadre si affronteranno anche domenica in campionato. Non c’è stata partita, con gli uomini di Nikola Grbic che hanno dominato praticamente dall’inizio alla fine. In avvio la Sir Safety si è presentata in campo con Giannelli in regia, Rychlicki opposto, Ricci e Solè centrali, Leon e Anderson schiacciatori e Colaci libero. Dall’altra parte Padova ha risposto con l’ex Zimmermann in regia, Weber opposto, Volpato e Vitelli centrali, Loeppky e Bottolo schiacciatori, con Gottardo libero. La Sir ha iniziato la gara portandosi subito avanti con Anderson e poi ha allungato con decisione, nonostante dall’altra parte coach Jacopo Cuttini abbia cercato con i cambi (dentro Schiro, Zoppellari, Takahashi e Crosato) di invertire la tendenza. A chiudere la frazione (25-15) è stato un attacco di Rychlicki murato fuori. Padova ha rialzato la testa in avvio del secondo set (con Crosato dall’inizio al posto di Volpato), portandosi avanti sino al 12-16, ma c’è stata la reazione veemente di Perugia che ha ribaltato il punteggio sino al 17-18, trascinato da un ritrovato Leon e da un Solè (tre muri nella frazione) in crescita, andando poi a chiudere (25-23) grazie ad un errore in battuta di Vitelli. Nel terzo set la Sir ha allungato sin dall’avvio, con i veneti (dentro Canella al centro al posto di Crosato e Takahashi in banda per Loeppky) che hanno cercato di limitare la supremazia umbra, riportandosi sino al 14-13. Sulla serie di battute di Leon (MVP e miglior realizzatore del match con 17 punti) poi Perugia ha allungato sino al 19-14, mettendo al sicuro il risultato e chiudendo il match con il punto finale (25-21) con l’errore in battuta di Weber.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/19-01-2022/volley-superlega-civitanova-travolge-piacenza-perugia-final-four-coppa-italia-430996579451.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: