Superlega: Civitanova mura Modena, a Perugia i positivi salgono a 12

Superlega: Civitanova mura Modena, a Perugia i positivi salgono a 12

NELL’ANTICIPO DELL’8/A GIORNATA BELLA VITTORIA DEI MARCHIGIANI. MILANO-PERUGIA E RAVENNA-VERONA NON SI GIOCANO

Nell’anticipo dell’8a giornata Civitanova passa a Modena con un netto 3-0. Domani non si giocherà invece Ravenna-Verona per la positività di un membro dello staff veneto. Già rinviata Milano-Perugia a causa di 5 positività di giocatori umbri. Ma oggi se ne sono aggiunti altri 7 portando il totale a 12 del gruppo squadra.

MODENA-CIVITANOVA 0-3  

La Lube si prende il primo posto e infila l’ottava vittoria superando in classifica Perugia rimasta a riposo in questo weekend. Modena ci ha provato, soprattutto nel primo e terzo set. Quando i però palloni hanno iniziato a scottare l’esperienza e la forza della Lube ha fatto la differenza lasciando agli emiliani pochi rimpianti. All’inizio Modena ha i suoi titolari ma la panchina è corta: sono fuori Rinaldi ma anche Bossi quest’ultimo, sottoposto a tampone con esito negativo nella giornata di martedì. Avendo avuto un contatto con persona febbricitante lo staff medico della società ha deciso di tenerlo fuori a titolo precauzionale. Assente ancora Lavia. Giani quindi non ha alternative se se non schierare Chirstenson con Vettori, al centro Stankovic con Mazzone, schiacciatori Petric e Karlitzek, libero Grebennkov. Dall’altra parte De Cecco in diagonale con Rychlicki, al centro Simon e Anzani, schiacciatori Leal e Juantorena con Balaso libero. Parte forte Modena trascinata da Petric che firma i primi tre punti dei gialloblù (4-4). Risponde la Lube con un break di 3 a 0 nel segno di Rychlicki La squadra di De Giorgi fatica a contenere a muro gli attacchi avversari. Si viaggia sul filo dell’equilibrio con Modena che prende un margine di vantaggio significativo (15-11 poi 21-17). Ma Civitanova non ci sta e reagisce con la spinta dei suoi campioni: il muro di Simon su Petric inizia a cambiare l’inerzia del set. Modena non regge la pressione, l’ace di Leal, Hadrava e Juntorena riportano la parità: 21-21. Si gioca punto a punto ma quello più pesante è di Rychlicki che chiude il parziale sul 24-26. Occasione persa da Modena con gli 8 punti di Petric ma con una ricezione che ha perso via via sicurezza al contrario di quella della Lube. Il secondo set è quello meno combattuto se non altro per il finale quasi a senso unico. E dire che Modena era partita avanti 8-6, tenendo fino all’11 pari. Poi solo Lube con la Leo Shoes che si infila in un tunnel e non trova più la luce. De Cecco può giostrare i suoi attaccanti con grande lucidità. 18-22, 20-23 la successone dei punteggi con Rychlicki che chiude. Nel terzo set Modena con orgoglio prova a restare in carreggiata e riesce a tenere il parziale in bilico fino alla fine. Dopo due set con zero muri all’attivo, la squadra di Giani, con Christenson propio con questo fondamentale, riesce a conquistare un vantaggio di +2 che manterrà tra alti e bassi fino al 20-18 Civitanova non spinge più di tanto, resta in scia ma si limita ad un regolare cambio palla senza però accorciare.Petric segna un signifiacativo + 3 sul 19-16, ma la Lube è lì in agguato pronta a colpire, come nel primo set nella fase cruciale. Simon, Juantorena e il muro di Hadrava valgono i rapida successione il 21-20, con il successivo pari di Hadrava. Modena ha ancora benzina, Karlitzek e Mazzone per il 23-21. Giani ha in campo Porro e Mazorra per Chiristenson e Vettori. L’attacco di Leal riporta la parità, il muro di Anzani e Rychlicki chiudono il match.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/31-10-2020/volley-superlega-civitanova-passa-modena-perugia-salgono-12-positivi-390463871980.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: