Serie A-1 donne: Scandicci travolge Novara, Busto ok

Serie A-1 donne:  Scandicci travolge Novara, Busto ok

Due partite per la dodicesima giornata di andata che rimane in sospeso perché Bergamo-Firenze è stata rinviata per la positività di quattro giocatrici di Bergamo

SCANDICCI-NOVARA 3-0 (25-17, 25-21, 25-22)

—   Una partita sostanzialmente a senso unico. E’ quella che la Savino Del Bene Scandicci ha vinto contro l’Igor Gorgonzola Novara. Al di là del punteggio finale, 3-0, abbiamo visto due set, i primi, in cui la squadra di casa ha avuto il controllo del gioco e non ha permesso alle piemontesi di esprimersi, sporcando palloni su palloni e con un rendimento indubbiamente superiore sia in attacco che a muro. Novara parte fin da subito col freno a mano tirato ed è costretta immediatamente a rincorrere. Mentre dall’altra parte Natalia ha il braccio caldo. Malinov dirige l’orchestra a dovere e Alberti e Bia fanno la voce grossa al centro. È proprio Natalia a chiudere la prima frazione di gioco con una bordata in diagonale per il 25-17. Altra buona partenza per la Savino Del Bene nel secondo set. A ben vedere è proprio nelle fasi iniziali di questa seconda frazione che la squadra di Barbolini riesce a scavare quel gap che poi ha mantenuto fino alla fine del parziale. Karakurt è l’unica nelle fila di Novara che riesca ad avere una certa continuità in fase offensiva, mentre tutte le altre, a cominciare da Bosetti, viaggiano sotto ritmo. Lavarini mette Battistoni per Hanckock e qualcosa di meglio si riesce a vedere, ma anche questo secondo set fugge via, con Malinov che mette la sua firma sul 25-21. Non c’è ombra di reazione nemmeno nelle fasi iniziali del terzo, ma mentre tutto sembrava ormai (Scandicci si è trovata avanti 10-3 anche in questa frazione di gioco), ad un certo punto Herbots ha fatto scoccare la scintilla, dando il la ad una rimonta quasi clamorosa. E’ sul rush finale che si è nuovamente ritrovata la Savino Del Bene chiudendo le ostilità con un 25-22 e un 3-0 che lancia questa squadra a sole due lunghezze dal secondo posto. Novara, dal canto suo, fallisce l’aggancio in vetta che sarebbe stato possibile con una vittoria da tre punti, ma soprattutto fallisce l’approccio ad una partita che tutti sapevano essere difficile.

CASALMAGGIORE-BUSTO ARSIZIO 1-3 (14-25, 25-22, 16-25, 19-25)

—   Busto Arsizio sbanca Cremona da pronostico, ma la Vbc Casalmaggiore risponde all’appello del suo presidente, giunto in settimana (“dobbiamo lottare di più”), e, oltre a prendersi un set, fa soffrire le più quotate avversarie. Nel primo set non c’è storia, perché anche senza Alexa Gray fermata dal Covid, Busto domina: 3-8 e poi 7-16, senza lasciare quasi spazio al rientro di Casalmaggiore, nonostante un mini break chiuso dal muro di Zambelli che vale l’11-16. Busto incamera il primo parziale grazie a Ungureanu e all’errore di Malual in battuta, nel turno che poteva accorciare il minimo svantaggio di Casalmaggiore (4 punti). A dominare è però soprattutto Mingardi col 71% in attacco. Il secondo set sembra partire in modo simile al precedente, ma Busto non fa i conti con la russa Shcherban, che prima riavvicina Casalmaggiore (10-11), poi regala la parità. Ludovica Guidi in ace regala alle locali il primo vantaggio del match (15-14), coach Musso si arrabbia sul 17-15 delle padrone di casa, ma Shcherban, coadiuvata dalla rivelazione di questa fase, l’ungherese Szucs, fa sognare Casalmaggiore e gira il set, nonostante un “ritardo” sulla tabella di marcia nel finale di parziale, quando serve un videocheck su Lucia Bosetti per frustrare le speranze di rimonta di Busto da 24-19. La squadra di Musso non può dunque più sbagliare se vuole la posta piena: e nel terzo set sceglie di picchiare al centro con Stevanovic e Olivotto. Non è però l’unica soluzione. Ungureanu, sostituta di Gray, ad esempio mette tre ace nel parziale e, in un set con gli opposti poco ispirati (maluccio stavolta sia Mingardi sia Malual), Busto vince largamente. L’ultimo set è un mix dei precedenti: i distacchi cioè non sono mai troppo netti, Casalmaggiore ci mette tanto orgoglio ma fatica a scendere sotto il -3. Quando Mingardi picchia da posto 2 col 18-23 la sfida va ai titoli di coda: Busto vince, per Casalmaggiore addio qualificazione alla Coppa Italia

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/19-12-2021/volley-a-1-donne-risultati-domenica-430542262101.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: