Semifinali playoff: Karakurt trascina Novara, Monza ko

Semifinali playoff: Karakurt trascina Novara, Monza ko

NOVARA-MONZA 3-2 (25-22, 25-18, 29-31, 20-25, 15-12)

—   Una partita epica, con incredibili ribaltamenti, momenti di alta tensione ed altrettanti di pura estasi agonistica, ha aperto la semifinale tra Novara e Monza, che come nelle previsioni hanno combattuto ad armi pari non risparmiando nulla sul campo. Alla fine ha vinto la Igor Gorgonzola davanti al proprio pubblico, ma è stata una vittoria decisa da pochissimi episodi, incluse alcune chiamate arbitrali che hanno fatto infuriare entrambe le panchine. Lavarini parte con il suo sestetto titolare: diagonale Hancock-Karakurt, Daalderop e Caterina Bosetti di mano, Chirichella e Washington al centro, con Fersino libero; Monza si presenta con la diagonale Orro-Van Hecke (ancora preferita a Stysiak), Larson e Gennari bande, Danesi e Rettke al centro, con Parrocchiale libero. L’avvio è equilibrato ed è di Monza il primo break importante, con cui allunga sul 10-13. La squadra di Gaspari difende con lucidità il doppio break (13-16; 19-22). Il finale è però incandescente: il videocheck dà ragione a Bosetti su un tocco del muro di Monza (che protesta molto) e poi Karakurt trova il pari con un pallonetto su cui Gennari non arriva per un soffio (ancora vibrante la reazione della panchina brianzola). Raggiunta la parità Karakurt ribalta il set con due ace consecutivi che trasformano il Pala Igor in una bolgia. Time out per un Gaspari infuriato con tutti, ma soprattutto con gli arbitri (giallo per lui). Al rientro ancora l’opposto turco picchia forte in battuta ed Hancock stoppa a muro Gennari per il 25-22 (6-0 di parziale finale). Il black out di Monza prosegue in avvio di secondo set, con Novara che allunga subito sul 5-1, sfruttando la vena di una indiavolata Karakurt che. dopo il time out di Gaspari, trova il terzo ace per il più 5 azzurro. La Igor comanda con sicurezza, sin qui con un’ottima Hancok, che tiene salda la rotta, innescando con precisione le sue bocche da fuoco. Uno show di Karakurt (ace numero 4 e pipe da posto 1) chiude il secondo parziale (25-18). Spalle al muro Monza cerca di alzare la propria intensità, affidandosi soprattutto al muro con cui si issa sul 7-10 (time out Lavarini). Novara questa volta si disunisce, calando vistosamente nell’attenzione. Errore capitale in una semifinale play off. La squadra di Gaspari si avventa e sale sino al 9-15, ritrovando anche il gioco al centro. Sotto 11-17 Lavarini gioca la carta D’Odorico in battuta per Daalderop ed il giro in battuta frutta un mini parziale che riavvicina la Igor sul 14-18. E’ un fuoco di paglia, Monza allunga ancora sul 15-21. La Igor prova il tutto per tutto e con tanta difesa (di Fersino) e le bordate di Daalderop risale sino al 19-21. La Vero Volley riallunga sul 19-23, ma Novara ha una nuova fiammata e con due muri si porta in scia sul 22-23. Gaspari ferma il gioco, ma alla ripresa Karakurt trova il secondo muro consecutivo e impatta a quota 23. Van Hecke spara out la palla del match point per Novara, che si spegne sul net colpito dalla battuta di Chirichella. Danesi a muro ribalta il punteggio. Karakurt annulla ed accende un finale di set che è pallavolo in forma di poema epico, chiuso da una discutibile (e molto discussa, da parte novarese) chiamata del primo arbitro Curto, che sanziona un primo tempo spinto di Chirichella, consegnando il set a Monza sul 29-31. La partita diventa uno spettacolo meraviglioso, con le due squadre che lottano su ogni pallone come fosse quello decisivo (8-8). La prima a cercare lo strappo è la Igor, trascinata da una incontenibile Karakurt (già a quota 27) e dalla battuta di Hancock, a segno con l’ace dell’11-8 (time out Gaspari). Monza gioca la carta Stysiak ma sono due errori di Novara a rimetterla immediatamente in gioco, con Danesi che trova un incredibile filotto in battuta che ribalta completamente l’inerzia sull’11-15 . La squadra di Gaspari prende il controllo del set, guidata da una Larson gigantesca, e non lo lascia più, portando la gara al quinto (20-25). L’inerzia sembra adesso tutta dalla parte di Monza, che scatta nel tie break, con un 1-4 firmato da Stysiak e Larson. Time out Lavarini. Due errori delle ospiti, però, rianimano una Igor non ancora doma, che ribalta il punteggio sul 7-5 (tre in fila per Daalderop). Time out Gaspari, che rimette Van Hecke per Stysiak. Washington manda le squadre al cambio campo sull’8-6 e sulla battuta della statunitense la Igor sale 10-7 (errore Van Hecke). Monza sbaglia due battute in fila e si ritrova spalle al muro con Novara avanti 13-10, ancora con una scatenata Daalderop. Hancock gioca un sublime primo tempo con Washington ed è match point (14-11). Il primo se ne va sull’errore in battuta di Karakurt, che si riscatta mettendo a terra il ventinovesimo punto della sua gara, che vale il 15-12.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/21-04-2022/volley-a-1-femminile-playoff-semifinali-karakurt-trascina-novara-monza-ko-440148998942.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: