Playoff, quarti: Trento scatenata e Piacenza si inginocchia

Playoff, quarti: Trento scatenata e Piacenza si inginocchia

TRENTINO-PIACENZA 3-0 (27-25, 25-20, 25-16)

—   I playoff scudetto 2021/2022 iniziano nel segno di Trento. La squadra di Angelo Lorenzetti mette in tasca una parte di qualificazione alle semifinali scudetto, portandosi a casa gara-1 dei quarti di finale contro la Gas Sales Bluenergy Piacenza in tre set.Troppo discontinua la squadra emiliana, crollata dopo uno splendido primo set, per impensierire una Itas Trentino più efficace in fondamentali quali attacco e battuta. Con un trio di palla alta Michieletto-Kaziyski-Pinali molto più concreto di quello piacentino, dove il solo Lagumdzija non è bastato. Per allungare la serie ora Piacenza dovrà a tutti i costi vincere il match di ritorno in casa in programma domenica 3 aprile. In avvio Bernardi deve fare a meno del libero Scanferla, bloccato a casa dalla febbre, così come libero gioca il giovane e talentuoso Damiano Catania. Mentre Lorenzetti recupera Lavia out nelle ultime due settimane ma opta ancora per confermare il sestetto delle ultime uscite con Giulio Pinali opposto titolare. Il primo break dei padroni di casa arriva con l’ace di Kaziyski ed il muro di Podrascanin su Holt (7-3) e Bernardi ferma subito il gioco, con la Gas Sales che torna in corsa (10-9) quando Holt in attacco punge e Lisinac attacca out. Gli emiliani mettono la freccia sull’11-12, complice il muro di Recine su Kaziyski, con Lorenzetti che stavolta spende il suo primo time-out discrezionale. Sul 15 pari dentro Lavia per Pinali ma a riportare con il muso avanti l’Itas è l’ace di Michieletto per il 17-16.

TORNA LAVIA

—   Il cambio-palla trentino viaggia alquanto regolare (20-18), dopo un buon inizio di set con il proprio muro Piacenza inizia a faticare maggiormente nel leggere il gioco di Sbertoli tant’è che la parità arriva (20-20) quando Holt stampa a muro l’attacco di Lavia. Lagumdzija inventa in battuta prima ed attacco poi per il 21-23, un uno-due di palloni messi a terra che spinge Lorenzetti a fermare il gioco. Torna in campo Pinali per Lavia e l’errore di Rossard riporta il parziale in parità (23-23), prima che ai vantaggi Lisinac in attacco e l’ace di Michieletto non sigillino la vittoria dell’Itas. Il secondo set è battezzato dall’ace di Podrascanin (4-1), con Bernardi che ferma tutto quando il tabellone recita 7-3 in seguito ad un mani-out di Pinali sul muro emiliano. Dopo l’ace di Lisinac del 10-4 dentro Antonov per Recine ma Piacenza fa una grande fatica nel mettere palla a terra. I due punti consecutivi di Brizzard fanno respirare la Gas Sales (11-8), Caneschi mura Kaziyski per il 12-10 ma il turno al servizio di Kaziyski tiene Trento avanti (14-11). L’attacco di Lisinac per il 17-13 costringe Bernardi a spendere anche il secondo ed ultimo time-out discrezionale, ma al ritorno in campo l’ace di Michieletto (19-13) permette ai trentini di scappar via. Nel finale l’Itas non regala niente (21-14) mentre Piacenza si perde nei propri errori, così per Trento è gioco facile andare a sigillare anche il secondo set. Il terzo parziale si apre con l’allungo firmato da Giulio Pinali, suoi i due ace consecutivi del 6-3, con l’ex opposto di Ravenna e Modena che mette a terra anche i palloni del 13-8. Piacenza è troppo discontinua (16-9) e timorosa per alzare la testa, anche perché Pinali gioca un ottimo terzo parziale: suo il 20-11 che di fatto fa iniziare a scorrere i titoli di coda sul match (22-13 ace anche di Kaziyski).

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/26-03-2022/volley-playoff-quarti-trento-scatenata-piacenza-sconfitta-andata-4302038211297.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: