Piacenza e Trento fanno la voce grossa. E Vibo stupisce ancora

Piacenza e Trento fanno la voce grossa. E Vibo stupisce ancora

PER EMILIANI E TRENTINI VITTORIE SOFFERTE E NUOVO BALZO IN CLASSIFICA. MA LA VERA SORPRESA SONO I CALABRESI CHE SONO AL QUARTO POSTO

PIACENZA-PADOVA 3-1

—   Certo, conquistare la prima vittoria stagionale al PalaBanca proprio nel giorno in cui le tribune sono deserte non è il massimo, ma per Piacenza sono comunque tre punti importantissimi. La Gas Sales festeggia l’esordio di Michele Baranowicz con il secondo successo consecutivo stagionale che permette di trovare un minimo di continuità, mentre Padova prosegue la striscia negativa che ora arriva a sei sconfitte di fila. Eppure gli ospiti partono alla grande e i primi tre muri fermano tutti gli attaccanti di Piacenza, ma nessuno potrebbe prevedere un set a senso unico in cui la Kioene surclassa i biancorossi sfruttando nel modo migliore Stern e Wlodarczyk. Poi la formazione di Bernardi cresce in difesa, ma soprattutto Russell e Grozer iniziano a liberare il braccio dopo un primo set complicato, dando una mano fondamentale a un buon Clevenot. Sul 18-12 il pareggio sembra cosa fatta, invece una Padova sorniona risale e ancora una volta con il muro arriva a due punti di distanza quando i biancorossi sono a quota 22. Ma nel finale la Gas Sales conferma la superiorità del parziale. La terza frazione inizia in equilibrio dopo due set senza storia. Ma dopo il botta e risposta dei primi scambi una serie di Polo in battuta regala un break a Piacenza prima del giro di boa, mentre Padova questa volta non reagisce a un momento di difficoltà. In un amen i biancorossi volano 17-12 e difendono il vantaggio fino al termine. Ci si gioca tutto in un parziale, la Kioene ha assoluto bisogno di punti, la Gas Sales deve vincere la prima gara casalinga: si gioca spalla a spalla fino allo sprint finale che sorride ai padroni di casa soprattutto grazie agli errori al servizio degli ospiti (22 in tutto l’incontro) e a qualche bel guizzo in attacco dei biancorossi.

CISTERNA-TRENTO 1-3

—  

Certo, conquistare la prima vittoria stagionale al PalaBanca proprio nel giorno in cui le tribune sono deserte non è il massimo, ma per Piacenza sono comunque tre punti importantissimi. La Gas Sales festeggia l’esordio di Michele Baranowicz con il secondo successo consecutivo stagionale che permette di trovare un minimo di continuità, mentre Padova prosegue la striscia negativa che ora arriva a sei sconfitte di fila. Eppure gli ospiti partono alla grande e i primi tre muri fermano tutti gli attaccanti di Piacenza, ma nessuno potrebbe prevedere un set a senso unico in cui la Kioene surclassa i biancorossi sfruttando nel modo migliore Stern e Wlodarczyk. Poi la formazione di Bernardi cresce in difesa, ma soprattutto Russell e Grozer iniziano a liberare il braccio dopo un primo set complicato, dando una mano fondamentale a un buon Clevenot. Sul 18-12 il pareggio sembra cosa fatta, invece una Padova sorniona risale e ancora una volta con il muro arriva a due punti di distanza quando i biancorossi sono a quota 22. Ma nel finale la Gas Sales conferma la superiorità del parziale. La terza frazione inizia in equilibrio dopo due set senza storia. Ma dopo il botta e risposta dei primi scambi una serie di Polo in battuta regala un break a Piacenza prima del giro di boa, mentre Padova questa volta non reagisce a un momento di difficoltà. In un amen i biancorossi volano 17-12 e difendono il vantaggio fino al termine. Ci si gioca tutto in un parziale, la Kioene ha assoluto bisogno di punti, la Gas Sales deve vincere la prima gara casalinga: si gioca spalla a spalla fino allo sprint finale che sorride ai padroni di casa soprattutto grazie agli errori al servizio degli ospiti (22 in tutto l’incontro) e a qualche bel guizzo in attacco dei biancorossi. Giovedì altra gara cruciale per Trento con il recupero con Modena.

VIBO VALENTIA-MONZA 3-1

—   La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia ritorna a vincere e sale al 4° posto in classifica. Nel secondo appuntamento casalingo consecutivo i giallorossi battono Monza con il punteggio di 3-1 conquistando 3punti pesantissimi. I lombardi provano a tenere botta con lo scatenato Lanza (19 punti con il 56% in attacco), ma la squadra di Eccheli paga la giornata no del bomber Lagumdzija (26% in attacco). Defalco decisivo nel finale di partita per i padroni di casa, premiato come Mvp. Parte bene Vibo. I giallorossi sporcano tanti palloni a muro e difendono gli attacchi ospiti. Sull’8-5 primo time-out Monza dopo l’errore in attacco di Lagumdzija. Saitta (che gioca con gli occhiali da sole perché infastidito dalla luce) e compagni insistono e si portano avanti sul 13-9 dopo l’attacco vincente di Rossard. Monza però ha un sussulto grazie allo scatenato Galassi (in attacco ed in battuta) e si riporta sotto sul 14-13 costringendo Baldovin a spendere il primo time-out. Vibo nuovamente avanti 18-15 dopo l’errore di Holt. Tre ace consecutivi di Defalco allungano il solco, 23-16 e i padroni di casa conquistano il set 25-19. Nel secondo parziale piglio diverso di Monza che con due attacchi consecutivi di uno spigliato Lanza si porta avanti 6-9. Gli ospiti allungano fino al 9-13, ma poi Vibo si rifà sotto con Rossard, 12-14. I lombardi allungano ancora con Dzavoronok in battuta portandosi avanti fino al 13-19 e conquistando con facilità il parziale con il punteggio di 18-25 (Lanza 89% in attacco ed otto punti realizzati). Nel terzo i partono forte i giallorossi, 4-1, ma Monza riagguanta subito la parità con l’equilibrio punto a punto fino al 10-10. Poi la Tonno Callipo allunga ancora con Rossard sul 13-10. Monza riapre la partita, ma la squadra di Baldovin mantiene un break di vantaggio ed Abouba chiude i conti, 25-22. Nel quarto se è battaglia punto a punto con uno spettacolare duello a distanza tra Rossard e Lanza, entrambi in gran spolvero. Il francese trova il break con l’ace che vale il 20-18. Nel finale sale in cattedra Defalco: l’americano trova l’ace sul 24-21 che vale tre palle match. Beretta dai nove metri manda out e Vibo festeggia la quinta vittoria in campionato ed il ritorno al quarto posto.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/01-11-2020/volley-piacenza-trento-fanno-voce-grossa-vibo-stupisce-ancora-390489393130.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: