Pedrini e la crisi di Modena: “Ora Giani deve tirarci fuori dalle secche”

Pedrini e la crisi di Modena: “Ora Giani deve tirarci fuori dalle secche”

In estate Modena ha portato avanti un mercato ambizioso. Il ritorno di Bruno e Ngapeth, l’arrivo di Leal e Abdel-Aziz. Una fuoriserie per provare a inseguire lo scudetto che manca dal 2016. E invece dopo 6 giornate il bilancio è di 2 vittorie e 3 sconfitte oltre a un turno di riposo che vale l’ottavo posto. La presidente Catia Pedrini fa il punto della situazione.

IN QUESTE PRIME 5 GARE MODENA STA TRADENDO LE ASPETTATIVE. SE LO ASPETTAVA? “Sono dispiaciuta, immaginavo un avvio di stagione molto diverso”.

È DELUSA DA QUALCUNO DELLA SQUADRA? “Come presidente vivo la squadra come gruppo, non ha senso ridurre la mancanza di risultati a limiti o errori dei singoli”. IN ESTATE SONO ARRIVATI BRUNO, NGAPETH, LEAL E ABDEL AZIZ MA LO STESSO RENDIMENTO IN PARTENZA DELLA SCORSA STAGIONE: 2 VINTE E TRE PERSE. NEGLI ULTIMI ANNI MODENA HA FATTO PEGGIO SOLO NEL 2013-2014 CON 1 VINTA E 4 PERSE. COME MAI? “I numeri indicano che siamo partiti in retromarcia e pure accelerando! Le cifre non si discutono. Ci si impegna per cambiarle, piuttosto”. LE TRE SCONFITTE CON MONZA, PIACENZA E CIVITANOVA HANNO UN’ORIGINE COMUNE: BUONA PARTENZA E CALO INESORABILE. PERCHÉ? “Partiamo forte e poi caliamo, è vero. Io sono emiliana e ferrarista, magari ci servirebbe un pit stop! Seriamente, penso sia questione di equilibrio da ritrovare sul campo”. COSA RIMPROVERA ALLA SQUADRA? “Alla squadra rimprovero di non aver fin qui creduto abbastanza in se stessa. Rimango convinta di avere allestito, insieme ai miei collaboratori, un gruppo molto competitivo”. COSA RIMPROVERA AL TECNICO? “Giani è il nostro allenatore. Spetta a lui trovare le soluzioni ai problemi, come è normale che sia”. PENSA CI SIANO STATI DEGLI ERRORI DI MERCATO? “Questo si potrà capire solo alla fine del campionato. La squadra è stata allestita di concerto tra staff e dirigenza. A oggi qualche dubbio mi pare lecito, ma attendiamo. Vorrei che Giani usasse in questo periodo più bastone che carota”. SECONDO LEI È UN PROBLEMA TECNICO O MENTALE? “Se il problema è tecnico tocca al coach risolverlo. Se è mentale tocca ai giocatori individuare la risposta. Io so solo che un gruppo come il nostro, per l’organico che ha, non può rischiare l’esclusione dalla Coppa Italia. Non per ragioni tecniche, non per ragioni mentali”. CI SONO PROVVEDIMENTI ALL’ORIZZONTE? “Ancora per queste due partite devono tassativamente trovare, tra loro professionisti, le chiavi per trovare risultati positivi”. LE PROSSIME DUE PARTITE SONO IN PROGRAMMA CON TRENTO E PERUGIA: COSA CHIEDERÀ AL GRUPPO? “Da presidente spero che tutti regalino a me e alla città due grandi gioie contro Trento e Perugia”. GIANI È IN DISCUSSIONE? “È il nostro allenatore e ha il compito di tirarci fuori dalle secche”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/15-11-2021/volley-pedrini-crisi-modena-giani-deve-tirarci-fuori-secche-contro-trento-perugia-4202411504240.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: