Olimpiadi, l’Italia pronta a sbarcare a Tokyo con altre due coppie

Olimpiadi, l’Italia pronta a sbarcare a Tokyo con altre due coppie

Ancora qualche schiacciata e, per la seconda Olimpiade consecutiva, l’Italia del beach volley si presenterà al via con tre coppie. Manca ormai solo l’aritmetica e il torneo a 4 stelle di Sochi, in Russia, che si chiude domenica, potrebbe già essere la tappa decisiva per Adrian Carambula ed Enrico Rossi da un lato e Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth dall’altro per raggiungere Tokyo, dove sono già sicuri Paolo Nicolai e Daniele Lupo, anche loro al via del torneo russo. Ma, oltre ai punti, che restano comunque fondamentali per il ranking, Sochi rappresenterà un altro passo avanti nel percorso di preparazione all’Olimpiade, dopo un 2020 di attività limitata e un 2021 che, di fatto, mette a disposizione ancora 3 tornei per preparare i Giochi: dopo Sochi, infatti, sono in programma i 4 stelle di Ostrava, in Repubblica Ceca (l’ultimo che assegna punti olimpici), e di Gstaad, in Svizzera.

DOLCI RICORDI RUSSI

—   Sochi, poi, evoca bei ricordi in casa Menegatti-Orsi Toth. Nella città della Russia del Sud che nel 2014 fu sede dell’Olimpiade invernale e che a partire da quell’anno è tappa del Mondiale di Formula 1, il 13 settembre 2015 le due ragazze dell’Aeronautica Militare vinsero un torneo Open, il primo del World Tour di una coppia italiana. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti e, dopo le sventure di Rio 2016, la coppia azzurra ora ha nel mirino l’Olimpiade. La stagione, di fatto, non è ancora cominciata per Marta e Viki, con la pugliese che torna in campo dopo un infortunio alla clavicola che le ha portato via più tempo del previsto e che ha costretto le azzurre a dare forfait al tris di tornei a 4 stelle organizzati in Messico nella seconda metà di aprile, dopo il torneo giocato a marzo in Qatar, costato caro in termini fisici al team.

CANCUN DECISIVA

—   Quella stessa bolla di Cancun è stata determinante per Carambula-Rossi che, qualche settimana dopo aver cambiato allenatore (sono guidati da Andrea Raffaelli), hanno infilato un quinto e due quarti posti che hanno consegnato loro una grande consapevolezza dei propri mezzi e 1.600 punti fondamentali per un notevole salto avanti nel ranking che ora li vede in una posizione di tranquillità. A meno di catastrofi sportive e congiunzioni astrali di risultati sfavorevoli, la coppia azzurra sarà a Tokyo e per Carambula sarà la seconda Olimpiade dopo il nono posto di Rio 2016 dove, in coppia con Alex Ranghieri, fu eliminato agli ottavi da Nicolai-Lupo che partirono così in volata verso l’argento.

GLI ALTRI

—   A proposito di Ranghieri, ci sarà anche lui a Sochi: il friulano partirà dalle qualifiche in coppia con il 19enne Marco Viscovich, al primo torneo del World Tour in carriera dopo il terzo posto dell’Europeo U20 conquistato nel 2020 con Gianluca Dal Corso. Nel tabellone maschile delle qualifiche ci saranno anche i ragazzi del Club Italia Jakob Windisch e Samuele Cottafava, entrati in main draw nel primo dei tre tornei messicani. In campo femminile, invece, in qualifica ci saranno Margherita Bianchin e Claudia Scampoli.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/26-05-2021/beach-volley-l-italia-pronta-sbarcare-altre-due-coppie-tokyo-4101353731188.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: