Novara schianta Monza e comincia la risalita

Novara schianta Monza e comincia la risalita

NOVARA-MONZA 3-1 (20-25, 25-17, 25-14, 25-21) Monza sogna per un set, nel quale forse si illude di poter bissare l’impresa di Treviso sul campo di un’altra big come Novara, ma va a sbattere contro la solidità mentale della squadra di Lavarini, che - perso male il primo set - alza enormemente il livello della sua pallavolo, andando a incrinare le certezze del Vero Volley. La Igor è ancora senza Washington e Montibeller, fermate dal Covid, ed ha appena recuperato Karakurt e Fersino, negativizzate a poche ore dal match e quindi con pochissimi allenamenti nelle gambe. Sarà anche per questo che in una gara che si accende subito, regalando scambi esaltanti e giocate di grande livello, è Monza a scaldare prima i motori. Ci prova la Igor, con una magia difensiva di Bosetti trasformata da Karakurt per il 10-8, ma il Vero Volley accelera e costruisce un parziale di 4-0 propiziato da tre errori piemontesi in attacco. La Igor riaggancia con l’ace di Hancock, ma Monza apre un altro break che la porta sul 12-18. Parrocchiale e Gennari silenziano l’attacco di Novara, Stysiak (7 punti nel set) domina con le sue bordate e firma il 13-20. Il set è deciso e Monza lo chiude sul 20-25.

RIMONTA

—   La Igor prova a cambiare passo in avvio di secondo set, con una scatenata Daalderop (3 punti in apertura) e l’ace di Karakurt sulla fragile ricezione di Davyskiba vale il 6-3. Bosetti con un paio di magie da posto 2 allunga sul 10-5, che consiglia Gaspari al time out. Dentro Lazovic per Davyskiba, ma Novara non molla la presa e sale 16-9, ancora con Daalderop protagonista. Stysiak non incide più (4 punti e 3 errori nel parziale). Chirichella con il muro e Karakurt con la pipe allungano sul 20-12, ma quando sembra lanciatissima, Novara rischia di complicare il set, incassando un parziale di 1-4. A togliere la Igor dall’impaccio ci pensa D’Odorico con una splendida pipe; il successivo errore di Danesi spiana la strada per il 25-17 che rimette la gara in parità. Gaspari conferma Lazovic in sestetto per cercare di dare più sostanza alla ricezione, ma sono i muri protagonisti nel 4-4 iniziale. Karakurt on fire dalla seconda linea apre il break, concretizzato dai muri di Hancock e Bosetti che fissano il 7-4 (time out Gaspari). Bosetti con una magia in parallela e un muro imperioso su Stysiak annulla l’ace di Gennari e Novara scappa via sull’11-6 (out Stysiak, dentro Van Hecke). Hancock con il suo secondo ace punisce ancora la ricezione di una Monza in evidente difficoltà in seconda linea, nonostante gli straordinari di Parrocchiale. Daalderop (5 nel set) scava un solco (15-8) ma è tutta Novara che si esalta. Igor che dilaga nel set sino al 25-14. Gaspari ripropone Van Hecke opposta a Orro, con Stysiak schierata in banda per un sestetto tutto votato all’attacco di palla alta. La mossa sembra pagare in un avvio di set. Sul turno di battuta di Hancock, però, emergono anche le difficoltà di una ricezione in cui Stysiak è destinata a soffrire e così arrivano due ace che portano la Igor dal 5-7 al 9-7. Novara insiste con la battuta su Stysiak, che regala un altro ace a Bosetti. Gaspari rinuncia all’esperimento, inserendo Lazovic per Stysiak ed è Gennari con due muri a riaccendere Monza, che in un amen si ritrova in linea, sul 16-15. Novara si aggrappa alle fiammate di Karakurt (a quota 20) per domare la reazione delle brianzole, che scivolano ancora a meno 3. Torna Stysiak per il giro davanti, ma proprio un errore della polacca vale il 21-18 per le padrone di casa. Van Hecke, sempre lei, tiene vive le ospiti, ma un altro errore della polacca vale il 23-19. Karakurt conquista il match point ed è un altro errore, in battuta, di Stysiak a far calare il sipario sul 25-21.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/09-02-2022/volley-novara-schianta-monza-incomincia-risalita-4301343589074.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: