Nations League, l'Italia lotta ma il Brasile è troppo forte

Nations League, l'Italia lotta ma il Brasile è troppo forte

ITALIA-BRASILE 1-3 (19-25, 30-32, 25-22, 20-25)

—   Vince il Brasile nella riedizione della finale olimpica di Rio ma i titolari verdeoro faticano parecchio contro l’Italia di Valentini protagonista di una prestazione grintosa e sfrontata per almeno tre set prima di mollare nel quarto. Domani gli azzurri affrontano la Russia alle 21.

LA PARTITA

—   L’Italia scende in campo con Sbertoli-Nelli, Recine, Michieletto, Mosca-Cortesia, Balaso libero mentre il Brasile schiera Bruno-Wallace, Lucarelli-Leal, Lucas-Mauricio, Hoss. Gli azzurri partono con grinta e attenzione a muro e vanno anche in vantaggio a + 3 sul 12-9 con un ace, un attacco di Recine e un punto a muro. Poi il Brasile comincia a prendere il ritmo, cresce in battuta mettendo in difficoltà la ricezione italiana e il gioco con Leal e i centrali premia. Nel secondo set l’Italia cresce e costringe i campioni olimpici a una battaglia all’ultimo sangue: Recine, Michieletto, ma anche Mosca e il muro più attento mettono in grande difficoltà il Brasile e un servizio un po’ più incisivo avrebbe potuto girare il set a favore degli azzurri. Valentini fa entrare Pinali per Nelli un po’ opaco e Vitelli per Cortesia. I verdeoro possono contare su un Lucarelli in gran forma e Bruno che gestisce con la solita lucidità.

IL FINALE

—   La crescita paga nel terzo: il muro ha preso le misure a Wallace e soci mentre Michieletto e Recine passano con continuità e l’Italia arriva al +3. Poi controlla con lucidità il cambio palla e chiude riaprendo il match. Riprende il comando della partita il Brasile nel quarto subito avanti con Leal, Lucarelli e il muro. Spinge a servizio e gli azzurri ballano in ricezione. Il punteggio arriva al +7 e al Brasile basta gestire nonostante il tentativo di rimonta degli azzurri.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/21-06-2021/volley-nations-league-l-italia-da-battaglia-brasile-4102176073452.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: