Nations League, l’Italia batte il Canada

Nations League, l’Italia batte il Canada

ITALIA-CANADA 3-2 (25-19, 25-21, 21-25, 26-28, 15-11)

—   Arriva la seconda vittoria della Nations League per l’Italia maschile che il Canada in una partita che gli azzurri hanno rischiato seriamente di perdere dopo essere stati in vantaggio 2-0 e aver avuto un match ball nel quarto set. Ora tre giorni di riposo per gli azzurri che tornano in campo il 9 con l’Argentina. Domani tocca di nuovo alle donne che affrontano la Sud Corea alle 19.

LA PARTITA

—   Valentini manda in campo l’ennesima formazione diversa con la coppia di martelli Bottolo-Recine, la diagonale Spirito-Nelli e Mosca-Cortesia al centro con Balaso e Federici ad alternarsi come liberi. Glenn Hoag risponde con Sanders-Vernon Evans, Hoag-Perrin, Van Berkel-Szwarc, Bann libero. La scelta paga subito perché proprio Bottolo e Recine trascinano l’Italia avanti nel primo set. Squadra attenta a muro (Mosca un baluardo) e in difesa e i due attaccanti giocano con le mani del muro canadese senza problemi. L’unico a far male è Perrin. Hoag cerca di sparigliare le carte cambiando la diagonale (rimarrà così anche nel secondo set) ma non basta. Stesso copione nel secondo set con Bottolo scatenato e Spirito che tira in partita anche Nelli. Gli azzurri limitano i tentativi di rimonta canadesi (Loeppky in battuta nel finale ad esempio) e qualche incertezza in ricezione chiudendo a muro il set.

LA REAZIONE

—   Nel terzo arriva la reazione canadese che sembra aver trovato l’assetto giusto con anche Loeppky e Jansen Vandoorn in campo: l’8-3 iniziale mette alla prova la tenuta mentale azzurra che risponde alla grande con un parziale di 7-0 con Cortesia in battuta che riporta l’Italia in vantaggio. Il Canada però stavolta non lascia più scappare in avanti Recine e compagni, trova un altro vantaggio a muro sul 18-16 e riesce a tenerlo fino alla fine. Hoag e compagni hanno trovato un loro ritmo ed equilibrio, sono cresciuti a muro e in attacco e gli azzurri subiscono troppo. La rimonta è lunga e laboriosa, l’Italia cresce a muro ma fatica ancora in ricezione e difesa. Due ace di Vernon proiettano il Canada sul 21-19. Il 23 pari invece è firmato Nelli-Michieletto e Hoag tira fuori la palla del primo match point azzurro. Perry guadagna il primo set point canadese e il Canada chiude al terzo. Nel tie break l’Italia non perde lucidità e guadagna subito un largo vantaggio a muro e nella ricostruzione del gioco. L’11-4 con Recine protagonista chiude la partita

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/05-06-2021/volley-nations-league-italia-batte-canada-4101638077185.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: