Monza non fa sconti in Champions: travolto il Mulhouse

Monza non fa sconti in Champions: travolto il Mulhouse

Monza-Mulhouse 3-0 (25-20, 25-17, 25-12)

Monza schianta il Mulhouse e conquista la prima vittoria della sua storia in Champions. Una prova di forza impressionante in una gara in crescendo, in cui Danesi e compagne giocano un match con un attacco fluido ed un muro-difesa che non lascia scampo alle ospiti. Vittoria che arriva in un momento di difficoltà causa infortuni (ancora out Mihajlovic, a referto senza giocare Gennari), ma che conferma le qualità della squadra. Davyskiba (17 punti) è mvp, non meno meritevole di Van Hecke e (13) e Danesi (11). Per il Mulhouse 6 punti per Drewniok e Haak, ma un attacco deficitario (25%).

LA PARTITA

—   Gaspari parte con il sestetto visto con Firenze, con Orro-Van Hecke in diagonale, Stysiak-Davyskyba schiacciatrici, Danesi-Candi al centro, Parrocchiale libero. Salvagni risponde con Viggars a sorpresa in regia opposta a Drewniok, Coneo e Haak in banda, Van Avermaet e Olinga-Andela centrali con Soldner Libero Doppio vantaggio delle francesi in avvio, ma Monza risponde prendendo subito il largo (7-2). Il Mulhouse è impreciso e le locali, con Danesi, Van Hecke e Davyskiba (meno Stysiak, sostituita per un giro dietro da Lazovic) ne approfitta (22-16). Anna Haak (sorella di Bella in forza al Vakif) trova delle buone parallele, dalla panchina le dà una mano Vanjak e le ospiti accorciano prima della chiusura 25-20, con Monza in pieno controllo e Salvagni che non trova nel cambio di diagonale Kastner-Novakovic una risposta efficace. Al ritorno in campo c’è Kastner per il Mulhouse, ma Monza continua a spingere con Davyskiba e Danesi (2 attacchi e 2 muri nell’8-4 iniziale). Le brianzole si rilassano e le campionesse di Francia pareggiano a 9. Risposta del Vero Volley (15-12) e le ragazze di Gaspari costruiscono un tesoretto che dà il là ad un altro affondo (19-13) con Salvagni che cambia ancora, inutilmente, la diagonale. Ma il muro di casa è granitico e le transalpine non passano, mentre Van Hecke e Davyskiba (9 e 11 punti a fine secondo set) continuano a imperversare fino al 25-17 che vale il 2-0. Salvagni rivoluziona il sestetto per invertire la rotta (dentro Vanjak in banda e Lamprousi al centro oltre a Viggars) ma è sempre Monza a fare la partita, nel bene e anche nel male, con qualche imprecisione. Il muro di casa tocca di tutto, e le percentuali di attacco del Mulhouse restano bassissime. Le transalpine restano a contatto sino al 12-10, poi un 11-0 di casa chiude i giochi prima del 25-12 (muro della neo entrata Zakchaiou), prima del quale Gaspari svuota la panchina, con gloria anche per l’esordio della giovane Elisa Bole.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/08-12-2021/volley-donne-champions-monza-travolge-mulhouse-430357492096.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: