Monza fa il pieno con Scandicci. Vallefoglia si rialza

Monza fa il pieno con Scandicci. Vallefoglia si rialza

(14-25, 25-14, 24-26, 18-25)

Dopo due sconfitte consecutive al tie break, contro due corazzate come Conegliano e Novara, Monza riesce a trovare una vittoria importante (3-1) sul campo di una diretta concorrente come Scandicci. Una gara ricca di capovolgimenti, dove fondamentale è stato il terzo set che sembrava saldamente in mano alle toscane e che invece ha vinto ai vantaggi la formazione di Gaspari. Il primo set è a senso unico, con Monza che parte forte e mostra di avere un vero e proprio strapotere al centro grazie a Danesi e Zakchaiou e con la grande ex, Stysiak, che parte un po’ in sordina ma che fa sentire il proprio contributo. Difficoltà in attacco invece per Scandicci. Con il punteggio di 25-14 per le lombarde si va al cambio di campo. Nel secondo set si invertono totalmente le parti e assistiamo ad un dominio Savino. A suonare la scossa è l’ingresso in campo di Orthmann al posto di una spenta Natalia. Le percentuali offensive cambiano radicalmente e l’atteggiamento a muro delle scandiccesi fa il resto. Anche questo parziale si chiude 25-14, solo che stavolta a gioire sono le padroni di casa. Lo abbiamo già detto, è il terzo il set della verità. A lungo la Savino Del Bene si trova davanti alle avversarie fino a raggiungere addirittura un distacco di più sei. Solo che nessuno ha fatto i conti con Gennari che diventa protagonista assoluta della rimonta con i suoi attacchi e i suoi muri. Pietrini annulla un set point sul 24-23 per Monza, poi però la compagine brianzola fa suo il parziale per 26-24. Il quarto è quello in cui la Vero Volley prende il largo verso un porto chiamato vittoria. E lo fa mettendo in mostra una grande Stysiak che diventa letteralmente immarcabile. 23 punti per la polacca e un meritato titolo di MVP del match sono lì, a suggellare con evidenza la nostra affermazione. Ma è Candi a mettere il punto esclamativo con una fast, quella del 25-18 e del 3-1 finale. La Savino Del Bene perde così l’occasione per ritrovarsi al secondo posto restando bloccata ad 11 in quarta posizione (in attesa del match di Novara), dove arriva a raggiungerla proprio Monza.

(17-25, 18-25, 27-25, 25-16, 23-21)

Dopo due sconfitte consecutive la Megabox torna a vincere, costringendo l’avversaria diretta Trento al quinto stop filato. Si decide tutto in un tiebreak infuocato e bellissimo. Era una sorta di derby per i due allenatori: Bonafede, siciliano, vive a Trento da 15 anni e Bertini risiede praticamente da sempre a Marotta e ha guidato Pesaro per 4 stagioni dalla B1 alla A1. Vallefoglia ha fatto esordire la serba Bjelica, che veniva da oltre un mese senza partite, e la classe ‘92 ha tenuto il campo mostrando una buona forma. È 9-13 con le ospiti efficaci al servizio, 13-20, Trento non sbaglia nulla. Vallefoglia fatica a entrare in partita e continua a inseguire. Una buonissima Nizetich e compagne allungano, è 14-24 in un amen e Trento chiude il set al terzo tentativo. Secondo set: dal 4-1 si passa al 4-6 e poi 5-8, le locali non passano. Trento spinge e vola sul 12-15, la Megabox entra di nuovo in confusione. Bonafede si gioca le carte Berasi e Carcaces ma il risultato non cambia. La Delta Despar è superiore, è più squadra e Rivero cresce. Nonostante una buona Jack, in un amen è 18-25. Nel terzo parziale partono meglio le tigri: 7-3 con qualche disattenzione delle gialloblù, ma l’euforia dura poco perchè dall’11-4 si passa al 14-11 con la panchina ospite in campo. Riprende l’inerzia la Megabox, che però sbaglia tanto in battuta: 18-14. Kosheleva si carica la squadra sulle spalle e le marchigiane vanno a più 5 (20-15), poi per le trentine suona la sveglia: 22-20. E’ una battaglia, Trento con Piani non molla e si porta ai vantaggi. Grazie al muro, la Megabox riapre la partita sfruttando la quarta palla set decisiva. Le marchigiane scacciano la paura e approcciano divinamente il set numero 4: 7-3, Jack è immarcabile. Piani aggancia sull’11 pari, è un batti e ribatti e sorride la Megabox: 17-11. Le ragazze di Bonafede strappano con un gioco fluido e vario. E’ 23-14 e si converte la seconda palla set. Tiebreak: 2-5, Vallefoglia si disunisce e Piani è implacabile. Le locali rientrano e sorpassano: 7-6, si gioca punto a punto. E’ 10-8 con Newcombe, ma poi 10-11 con Piani. Il muro locale fa pentole e coperchi (12-11), le ospiti sono sempre lì. E’ durissima e lunghissima, Vallefoglia chiude alla settima palla match, dopo averne annullate due alle avversarie. Kosheleva è la Mvp.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/07-11-2021/volley-a-1-femminile-monza-fa-pieno-scandicci-4202278407521.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: