Modena è l’ammazzagrandi, va ko anche Civitanova

Modena è l’ammazzagrandi, va ko anche Civitanova

Vince Modena con una delle sue migliori prestazioni stagionali, cade la Lube ma senza fare troppo rumore, anche se i tanti errori di Civitanova (39 in quattro set, con solo 15 battute sbagliate) hanno inciso non poco, senza nulla togliere ai meriti di Modena E così mentre Perugia e Trento accarezzano il sogno Coppa Italia, al PalaPanini si è giocata la sfida tra le due big escluse dalla final fuori di Casalecchio davanti ad un pubblico delle grandi occasioni come non capitava da tempo. Una gara di scarsa importanza per la classifica di Modena, ormai ‘condannata’ al quarto posto, stessa cosa dicasi per la Lube che pur avendo gli stessi punti di Trento, deve recuperare la partita e quindi finirà seconda.

MODENA-CIVITANOVA 3-1 (25-21, 22-25, 25-20, 25-20)

—   Si gioca per l’orgoglio soprattutto di Modena che aveva lasciato il Palapanini (stasera il ritorno in tribuna del presidente Catia Pedrini) una settimana fa dopo la sconfitta dai tratti imbarazzanti contro Cisterna. Lube sempre senza Juantorena con Yant dall’inizio, gialloblù , novità importante, con il giovane Sanguinetti nel sestetto titolare al posto di Mazzone. Modena parte meglio e più decisa. Il muro di Stankovic su Lucarelli regala il primo break importante ai padroni di casa. L’attacco di Leal vale l’11-8 ed è già un preciso indizio. Blengini chiama il primo timeout. Modena fallisce il +4, Lucarelli carica i suoi e la Lube accorcia fino al meno 1. Si vede a tratti Ngapeth (suo il 17-14) e poi 18-14 sull’errore di Yant. Ancora un attacco fuori Lube con Zaytsev. Modena ringrazia e vola sul 23-20. Il set si chiude con l’ace del giovane Sala preceduto dall’errore al servizio di Simon. Nel secondo set la rimonta di Civitanova si concretizza in modo concreto nel momento di difficoltà per i cucinieri: uscito Yant per un leggero infortunio (ginocchio destro) e rilevato da Garcia sul 16-13 per la squadra di casa, la reazione. La Lube limita i troppi errori (10 nel set precedente), Modena da un accenno di fuga (21-17) poi improvvisamente frena e lascia campo agli ospiti. Sul 20-19 Giani deve chiamare un timeout, ma subito dopo l’ace di Simon vale il 20 pari. Gli errori della Lube di Lucarelli e Zaytsev, tengono a galla Modena che fatica soprattutto con Ngapeth (9 palloni attaccati nel set e solo 2 andati a buon fine). Sul 22 pari lo strappo decisivo con i due punti di Lucarelli e l’ace di Garcia. Note negative: i 20 errori della Lube nei primi due set, il calo spaventoso di Modena in attacco nel secondo parziale. Terzo set, la Leo Shoes punta molto delle sue carte in attacco su NImir. Che regala il 12-9. La Lube con il cuore resta attaccata all’avversario e lo dimostra nel punto conquistato da Garcia (15-12). Ngapeth regala una delle sue magie di sinistro e Modena si trova 16-14 e poi sulle battute di Bruno fino al 19-14. E’ un’altra squadra rispetto a sette giorni fa. Due punti di Lucarelli sono poi vanificati dal falloso Simone (22-16). Modena non ha difficoltà a chiudere il set, la Lube colleziona altri 11 errori: 31 in tre set. La squadra di Giani sente che può essere la serata anche per saldare il debito con il proprio pubblico dopo una stagione fino ad oggi deludente. E prende l comanda anche del quarto parziale con autorevolezza e sicurezza nei proprio mezzi, E’ di Ngapeth il 17-14 e subito dopo l’errore di Lucarelli assicura a Modena (19-14) un vantaggio di spessore che aumenta sul muro di Leal su Lucarelli. Sul 23-16 la gara è segnata, Modena perde qualche colpo e con Nimir chiude il match

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/05-03-2022/volley-superlega-modena-batte-anche-civitanova-recupero-4301718132586.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: