Meravigliose azzurre! Italia campione d’Europa dopo dodici anni

Meravigliose azzurre! Italia campione d’Europa dopo dodici anni

SERBIA-ITALIA 1-3 (26-24, 22-25, 19-25, 11-25)

—   L’Italia torna a vincere, dopo 12 anni il tetto d’Europa è di nuovo azzurro. Scende dal trono la Serbia della regina Boskovic e lo fa nel modo più doloroso: davanti a ventimila persone nella Stark Arena di Belgrado che tifava solo per loro. È la serata del gruppo, della squadra che si ritrova in una prestazione corale affamata, grintosa e lucida anche nei momenti di difficoltà. Così l’Italia abbatte il tabù Serbia. L’oro europeo non compensa la delusione olimpica, ma fa ripartire la squadra azzurra.

LA PARTITA

—   Primo set di grande equilibrio con l’Italia ben piazzata a muro e concentrata, efficace sull’attacco di palta, un po’ meno in giornata al centro. Egonu altalenante: 8 punti ma diversi errori. Ognjenovic “nasconde” la Boskovic ben marcata insistendo più al centro con Popovic e Rasic e i maggiori danni per le azzurre arrivano dai pallonetti. Nel punto a punto finale chiude la Boskovic a cui non viene fischiato un palese fallo da seconda linea. Grande equilibrio anche nel secondo. Cresce Boskovic e le azzurre vanno un po’ più in affanno ma il punteggio è sempre molto tirato. Anche Egonu è efficace in attacco mentre in difesa non è attentissima. La Pietrini, bersagliata in ricezione, fatica di più in attacco anche se piazza punti importanti mentre Sylla è scatenata. Danesi mura la Boskovic per il punto che riporta in pari l’Italia.

CHE RIMONTA

—   Nel terzo set l’Italia subisce la reazione serba che parte 4-1. Azzurre in confusione, Mazzanti inserisce Malinov e le azzurre cominciano a ricostruire con Sylla e Egonu: dall’8-3 al 18-14 mandano in tilt le sicurezze serbe e Sylla chiude il punto del vantaggio. Il quarto set inizia con le azzurre in trance, soprattutto Sylla, e le serbe smarrite con Boskovic che fatica a passare. Il finale è a valanga con le serbe umiliate da un’Italia travolgente fino all’ultima palla.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/04-09-2021/volley-italia-campione-d-europa-dodici-anni-420988607189.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: