Mazzanti: “Ragazze straordinarie“. Sylla: “Abbiamo mostrato chi siamo“

Mazzanti: “Ragazze straordinarie“. Sylla: “Abbiamo mostrato chi siamo“

Miriam Sylla quasi non ci crede. Ha un microfono davanti, nella testa ha ancora l’ultimo punto della finale dell’Europeo contro la Serbia, quello che ha incoronato l’Italia regina del continente. “Non riesco a crederci” racconta con un sorriso la capitana azzurra. E invece è tutto vero: l’Italia ha vinto l’Europeo. A Belgrado, contro la Serbia che l’aveva eliminata ai quarti delle Olimpiadi, contro quella bestia nera degli ultimi anni addirittura umiliata davanti ai suoi 20mila scatenati tifosi col 3-1 finale e un quarto set dominato.

MAZZANTI

—   Anche il c.t. Mazzanti è quasi incredulo quando parla a RaiSport: “Le ragazze hanbno fatto una grande cosa - racconta, faticando a mettere insieme le parole -. Sono svuotato, è stato periodo tostissimo. Contentissimo per le ragazze che se lo sono andate a prendere. Ne avevamo bisogno” dice facendo riferimento alla delusione di Tokyo, dove l’Italia era convinta di potersi prendere una medaglia ed è invece tornata dal Giappone con una cocente delusione. “È stata una fatica incredibile tornare in campo, riuscire a tornare a divertirsi. Bello vedere le ragazze divertirsi in queste ultime partite, esprimere il loro talento. Sylla ha sofferto tanto, contento per lei e per tutte le altre. È stata un’estate lunga, in cui abbiamo faticato. Credo che le ragazze abbiano fatto qualcosa di straordinario”.

SYLLA

—   Tokyo è anche il fantasma contro cui Sylla racconta che tutto il gruppo azzurro si è confrontato. “Non vedevamo l’ora di giocare contro la Serbia - dice -. Ci ricordavamo bene la partita delle Olimpiadi, provavamo un po’ di vergogna perché sapevamo di non aver giocato come potevamo. Volevamo dimostrare qualcosa, lo abbiamo fatto e sono davvero felice. Questa medaglia cancella il fallimento delle Olimpiadi: non ci siamo abbattute, siamo tornate e abbiamo vinto”.

UN PENSIERO PER LE ASSENTI

—   Ed è stato bellissimo, e significativo dello spirito del gruppo azzurro, che sul podio l’Italvolley abbia portato anche le magliette di Bosetti e Fahr, le due azzurre assenti per infortunio alla rassegna continentale.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/04-09-2021/volley-italia-regina-d-europa-ct-mazzanti-straordinarie-420992353406.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: