Mauricio Souza dichiarazioni omofobe, la società lo licenzia

Mauricio Souza dichiarazioni omofobe, la società lo licenzia

La lotta contro la discriminazione sessuale è arrivata nella pallavolo. Appena iniziata la Superliga brasiliana, il massimo campionato nazionale, il Minas, uno dei candidati al titolo, rimane senza uno dei suoi principali giocatori: Maurício Souza, oro olimpico col Brasile a Rio 2016 (contro l’Italia). Il club ha deciso di rescindere il contratto con il giocatore. Perché? Il suo comportamento è stato ritenuto omofobico.

SUPERMAN

—   Tutto è cominciato con un commento di Souza sull’orientamento sessuale di un super eroe dei fumetti. Un paio di settimane fa, la DC Comics aveva annunciato che il nuovo Superman, figlio di Clark Kent, si era scoperto bisessuale. Il tema, molto discusso su Twitter, ha provocato un post scritto da Maurício Souza: “Ah, è solo un cartone, non è un grosso problema. Ecco vedrai dove andremo a finire”. Il commento del nazionale ritenuto omofobico ha avuto, però, l’appoggio di altri giocatori di pallavolo, tipo Wallace, Sidão.

DOUGLAS

—   Il neo schiacciatore del Vibo Valentia e della nazionale Douglas, che già da tempo aveva dichiarato la sua omosessualità, non ha perso l’occasione per martellare l’atteggiamento di Maurício: “Strano che io non sia diventato eterosessuale nel vedere i supereroi maschi che baciano le donne. Se un’immagine del genere ti preoccupa, mi dispiace, ma ho qualcosa di nuovo per la tua fragile eterosessualità. Sì, ci sarà un bacio. Grazie DC per aver pensato di rappresentare tutti noi e non una sola parte”, ha scritto su Instagram con un cuore rosso alla fine.

INSISTENZA

—   Non era la prima volta che Maurício Souza manifestava opinioni del genere. E in seguito alle prime reazione alla diffusione dei suoi pensieri contro il Superman bisessuale, il giocatore ancora insisteva a confermare questo tipo di idee: “Al giorno d’oggi, il giusto è sbagliato e lo sbagliato è giusto… Non se dipende da me. Se devi scegliere da che parte stare, io sono dalla parte che ritengo giusta! Rimango con le mie convinzioni, valori e idee”.

PUNIZIONE

—   Comunque oggi le convinzioni sono ben altre. Persino Fiat e Gerdau, sponsor della squadra maschile di pallavolo del Minas, si sono schierati contro il centrale e contro le discriminazioni che ora possono persino danneggiare la loro immagine. La società ha ribadito che non accetta pregiudizi. Persino la Confederazione Brasiliana (la federazione di volley) ha criticato lo stesso atteggiamento. In un primo momento il club ha optato per la multa e la sospensione, oltre ad aver invitato Maurício Souza a ritrattare. Il giocatore allora ha scritto su Twitter: “Gente, dopo aver parlato con la mia famiglia, i colleghi e la direzione del Club, ho pensato molto alle ultime pubblicazioni che ho fatto sul mio profilo. Mi scuso pubblicamente con tutti quelli a cui ho mancato di rispetto o offeso. Non era mia intenzione”. Poi in giornata il Minas ha deciso per la rescissione del contratto.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/27-10-2021/volley-mauricio-souza-dichiarazioni-omofobe-societa-sospende-4202093928947.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: