Lugli, la squadra la citò per la gravidanza. Trovato un accordo con la società

Lugli, la squadra la citò per la gravidanza. Trovato un accordo con la società

Si può mettere la parola fine alla vicenda di Lara Lugli anche se la vigilanza sui diritti delle donne va tenuta alta. In serata è arrivato il comunicato della Federazione pallavolo che ha annunciato il raggiungimento di un accordo fra la società di Pordenone che l’aveva citata per essere rimasta incinta dopo che lei aveva chiesto il pagamento di una mensilità dovuta. Il caso era scoppiato a marzo dopo un post sui social dell’atleta indignata. E l’indignazione è stata contagiosa provocando reazioni in tutto il mondo sportivo e non.

L’ANNUNCIO

—   Ieri il presidente federale Giuseppe Manfredi ha annunciato: “Con grande soddisfazione comunico che la vertenza tra la ASD Volley Pordenone e Lara è stata positivamente risolta. Colgo l’occasione per ribadire che è assolutamente inaccettabile considerare la maternità quale giusta causa di risoluzione contrattuale imputabile a una futura mamma. Posso inoltre anticipare che nel prossimo Consiglio Federale sarà proposta la costituzione di una Commissione Pari Opportunità, finalizzata in primo luogo, al monitoraggio, la promozione e il sostegno dei diritti delle atlete. Crediamo sia doveroso da parte della nostra Federazione, che rappresenta lo sport più praticato dalle bambine e ragazze in Italia, tenere accesi, in modo deciso, i riflettori su queste tematiche quali la tutela della maternità, il rientro in campo, la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Tra le prime azioni, già in esame, al fine di sostenere il diritto alla maternità, si sta pensando di costituire un fondo integrativo di sostegno a quello già esistente presso il Dipartimento per lo Sport - Presidenza del Consiglio dei Ministri”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/14-05-2021/volley-caso-lugli-risolto-contenzioso-la-societa-4101021774853.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: