L’Italia trascinata da Michieletto batte ancora l’Argentina

L’Italia trascinata da Michieletto batte ancora l’Argentina

Nell’ultimo test match preolimpico è ancora l’Italia ad avere la meglio sull’Argentina. Gli azzurri bissano così il successo ottenuto nella sfida disputata ieri. Entrambi i tecnici, per dare minutaggio a tutta la rosa, operano diversi cambi rispetto al sestetto di partenza visto meno di 24 ore prima. Blengini lascia a riposo Zaytsev e Juantorena: Giannelli in regia opposto a Vettori, centrali Piano-Galassi, Lavia-Michieletto le bande, Colaci libero. Mendez risponde con la diagonale Sanchez-Pereyra, Ramos-Solè i centrali, Palacios e Poglajen i martelli, Danani libero. Partono meglio gli azzurri con Michieletto, ben innescato da Giannelli, che porta i suoi avanti 8-5. Il giovane martello si ripete poco dopo con un perfetto ace (12-8). E’ l’Italia a condurre i giochi in questo set mostrando grande determinazione, la stessa che ci mette Vettori nel siglare il 17-12. Ancora Giannelli con uno splendido servizio, azzurri a +7. L’Argentina è in difficoltà, la compagine di Blengini si aggiudica il parziale senza troppi patemi (25-18). Italia (65% in attacco) con 4 muri vincenti, nessuno per i sudamericani. Secondo set: il doppio muro di Galassi e Lavia porta gli azzurri avanti 7-4. Il c.t. Mendez prova a scuotere i suoi, ma il canovaccio della gara non cambia. Serve a poco la staffilata di Lima (13-8). Ennesimo muro Italia ed è 17-9. In questa fase della gara la manovra sudamericana mostra diverse lacune, per Giannelli e compagni non è difficile trovare la giocata vincente ed arrivare a dama. Piano timbra il 20-13, ma Ramos tiene a galla l’Argentina sotto di 4 lunghezze. L’errore di De Cecco al servizio regala anche il secondo parziale alla compagine di Blengini che quest’oggi sta ricevendo risposte positive da tutti i componenti della rosa. Azzurri con 7 muri vincenti, Argentina 2. Terzo set: avvio all’insegna dell’equilibrio, ace di Ramos per il 5-5. Poi l’Italia torna a macinare gioco: bordata di Vettori per il 15-10. L’opposto poco dopo è ancora protagonista con un tocco di precisione che porta la formazione di Blengini sul +7. L’Italia gioca sul velluto mostrando i migliori colpi del repertorio. Due errori al servizio dei sudamericani mantengono gli azzurri avanti 20-14. Anzani sotto rete è bravo a siglare il punto del 22-16. Come nel secondo parziale, anche in questo caso è un errore dai 9 metri (Palacios) a regalare set e vittoria alla Nazionale italiana, con il pubblico del Palasport di Cisterna in estasi. Queste due vittorie sono certamente un buon viatico per le imminenti gare che contano. Il 16 luglio partirà la spedizione italiana in Giappone, ma già da domani testa e cuore del gruppo azzurro saranno lì: il 24 luglio è in programma l’esordio nel torneo olimpico contro il Canada.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/11-07-2021/volley-l-italia-trascinata-michieletto-batte-ancora-l-argentina-4102684056950.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: