L’Italia batte l’Argentina sulla strada di Tokyo

L’Italia batte l’Argentina sulla strada di Tokyo

ITALIA-ARGENTINA 3-1

—   Il cielo è azzurro sopra Cisterna, e non potrebbe essere diversamente in quanto per la prima volta nella storia la Nazionale italiana fa tappa in terra pontina. Un momento storico per la città, con la dirigenza della Top Volley Cisterna a fare gli onori di casa ed in prima linea nell’organizzazione dell’evento che ha visto, finalmente, il ritorno del pubblico sugli spalti. L’Italia di Blengini si aggiudica il primo dei due test amichevoli che faranno da anticamera all’imminente partenza per Tokyo dove il 23 luglio prossimo prenderanno il via i Giochi Olimpici. Il c.t. azzurro si affida inizialmente alla diagonale Giannelli-Zaytsev, centrali Anzani-Galassi, Juantorena-Lavia i martelli, Colaci libero. Mendez risponde con De Cecco in regia, opposto Lima, Loser-Solè i centrali, Palacios e Conte a far male in fase offensiva, Danani libero. Parte meglio l’Argentina che si porta sul 9-4 grazie alla bordata di Palacios. Qualche errore di troppo nelle prime battute di gara per la formazione azzurra che non sembra esser scesa in campo con la giusta cattiveria. Lavia prova a scuotere i suoi finalizzando al meglio una bell’azione corale (12-7). La schiacciata di Loser mantiene gli uomini di Mendez sul +5. Reazione Italia: il muro di Anzani e l’ace di Giannelli riportano sotto la compagine azzurra (20-19). Il muro di Zaytsev (tra i più acclamati dal pubblico) ristabilisce le distanze (23-23). Finale interminabile: l’Italia prevale ai vantaggi con l’errore decisivo di Lima (35-33). Secondo set: l’avvio è un copia e incolla rispetto al primo parziale, con l’Argentina decisamente più volitiva ed avanti 11-7 con l’ace di Loser. Juantorena murato ed argentini avanti +6. L’Italia è meno reattiva, non ha la forza di ripetere la rimonta del primo parziale: Poglajen sigla il 20-12. La manovra di Zaytsev e compagni è poco fluida ed il sestetto di Mendez ne approfitta per pareggiare il conto dei set dopo l’errore al servizio del subentrato Michieletto. Sudamericani con 63% in attacco, Italia 52%. Il terzo parziale inizia con grande equilibrio: Giannelli innesca Zaytsev che timbra il 6-6. Juantorena per l’ennesimo pari (11-11). Il modo in cui si lotta sul parquet dimostra come ci sia ben poco di amichevole tra le due compagini. Lo Zar con una staffilata porta i suoi avanti 17-15. Michieletto di cattiveria mantiene il vantaggio invariato, ma i biancocelesti rispondono prontamente con il servizio vincente di Conte che ristabilisce le distanze (20-20). Si va ai vantaggi che premiano di nuovo gli azzurri: Juantorena decisivo (27-25). Per entrambe le formazioni 3 muri vincenti. Quarto set: partono meglio gli uomini di Blengini avanti 9-5 grazie al muro di Michieletto, decisamente uno dei migliori sul parquet. Giannelli dai 9 metri è impeccabile, Italia a +5. Il sestetto avversario, che sembrava spacciato, è protagonista di una inaspettata rimonta che porta il set ai vantaggi per la terza volta. La spuntano ancora gli azzurri con il punto decisivo di Giannelli.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/10-07-2021/volley-l-italia-batte-l-argentina-strada-tokyo-4102659507094.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: