La corsa di Lupo-Nicolai si ferma contro gli olimpionici Mol-Sorum

La corsa di Lupo-Nicolai si ferma contro gli olimpionici Mol-Sorum

Si conclude a due giorni da Ferragosto l’Europeo delle coppie azzurre di beach volley. Dopo l’eliminazione di Carambula-Dal Corso ai sedicesimi, Nicolai-Lupo si arrendono agli ottavi contro i campioni olimpici in carica Mol-Sorum, in una sfida che vedeva opposti i vincitori delle ultime cinque edizioni del torneo continentale. Sulla riva del Danubio, nella Red Bull Arena da 2.500 posti a sedere, tutti esauriti da un pezzo (nonostante i prezzi compresi tra 15 e 60 euro), va in scena una gara bella e intensa che esalta il pubblico che, pur con un accento improbabile, incita costantemente i nostri. Peccato per gli azzurri, per lunghi tratti superiori ai norvegesi, che però pagano qualche imperfezione di troppo nel momento in cui hanno provato a portare oltre soglia i giri del motore.

EQUILIBRIO

—   Contro Mol-Sorum arriva dunque la quinta sconfitta in cinque incontri disputati (con un solo set vinto). Gli azzurri giocano una grandissima partita, ma devono piegarsi 2-0 (21-18, 28-26) e salutano l’Europeo al nono posto. Il primo set si gioca sul filo dell’equilibrio. Entrambe le coppie tengono alto il livello del cambio palla e anche la fase di muro-difesa è di alto livello. I norvegesi provano a scappare al time out tecnico, ma gli azzurri sono bravi a riprenderli immediatamente al rientro in campo. Sul finale, però, la battuta lunga di Nicolai, chiude il set in favore dei “Vikings”.

Nel secondo gli avieri partono forte, si prendono qualche rischio, forzano i colpi e hanno ragione. Avanti 14-10, però, un paio di errori sanguinosi aprono la strada al doppio ace dei norvegesi che rientrano in partita. Nicolai attacca di poco fuori la palla che avrebbe regalato il primo set point agli italiani e comincia un adrenalinico botta e risposta con i norvegesi (quasi) sempre con il match point in canna. Fino a quando l’attacco azzurro si infrange sul muro norvegese. Ai sedicesimi Nicolai-Lupo avevano battuto 2-1 (21-18, 17-21, 15-13) Bryl-Szalankiewicz: vinto senza troppi problemi il primo set, la coppia di avieri dell’Aeronautica Militare era avanti 14-12 nel secondo, prima di subire il ritorno dei polacchi e andare in difficoltà nel tie break, dove ha dovuto rimontare dallo svantaggio di 7-10.

EX COACH

—   Si è fermata ai sedicesimi la corsa di Carambula-Dal Corso, battuti 2-0 (24-22, 21-11) dai lettoni Samoilovs-Smedins, allenati da Marco Solustri, l’ex allenatore di Carambula-Rossi fino ad aprile, poco prima dell’avvio della volata (partita a Cancun) con cui hanno conquistato la qualificazione all’Olimpiade di Tokyo. Dopo un primo set molto equilibrato, in cui gli azzurri erano avanti a due terzi del parziale, prima di pagare il ritorno lettone e cedere nel punto a punto finale, Carambula-Dal Corso hanno subito il colpo e, in partita fino al 9 pari, hanno subito un filotto di 6 punti consecutivi che, di fatto, ha chiuso il set e il sogno di accedere ai quarti di finale dell’Europeo (dove poi Samoilovs-Smedins hanno perso con i cechi Perusic-Schweiner) al primo torneo insieme in assoluto.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/13-08-2021/europei-beach-volley-lupo-nicolai-perdono-contro-olimpionici-mol-sorum-420419608828.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: