Francia-Russia, la finale inattesa: sarà la prima volta dei Bleus

Francia-Russia, la finale inattesa: sarà la prima volta dei Bleus

Sarà una finale abbastanza a sorpresa quella del volley maschile in programma sabato sera (di Tokyo) all’Ariake Arena. La squadra transalpina molto “italiana”, che non ha mai giocato l’ultimo atto di un’Olimpiade, a tre soli anni dai Giochi di Tokyo si conquista il diritto di sfidare la Russia che nel pomeriggio grazie a un grandissimo Mikhaylov ha schiantato il Brasile in rimonta. Guidata dai soliti Ngapeth e Patry la squadra di Laurent Tillie (che dopo questa Olimpiade lascia la Nazionale a Bernardinho l’olimpionico 2004 e 2016 con il Brasile) ha avuto ragione di un’Argentina che non ha giocato ai suoi livelli. Ma che è stata messa subito sotto dai transalpini (che nella stessa serata hanno conquistato anche la finale del torneo di basket dove troveranno Team Usa) che stanno crescendo di partita in partita in questa Olimpiade. Curiosamente Francia e Russia si erano già incontrati nel girone e proprio la vittoria in quella partita aveva riacceso le speranze di qualificazione dei francesi dopo le sconfitte con Usa e Argentina. In questa semifinale è arrivata la “vendetta”, dopo che i francesi avevano compiuto già un’impresa eliminando ai quarti la Polonia due volte campione del mondo.

LA SVOLTA

—   Quel successo contro Leon e compagni aveva cambiato la prospettiva dei francesi in questa Olimpiade. Da comprimari, quasi rassegnati a non qualificarsi neppure per i quarti, a sorpresa assoluta. Dei 12 francesi che saranno in campo domani (sabato) solo Bultor non ha mai giocato in Italia, tutti gli altri hanno fatto un passaggio e/o lunghi anni. E nella prossima stagione saranno protagonisti della Superlega Chinenyeze e Patry (Milano), Brizard (Piacenza), Ngapeth (Modena, un ritorno molto cercato dopo le due stagioni a Kazan). Mentre Grebennikov, Clevenot e Tillie sono appena partiti dal nostro campionato. Sulla carta i favoriti appaiono i russi di Sammelvuo (finora la gestione del finlandese non aveva riservato grandi risultati), ma questa potrebbe essere la volta buona per la Russia che ha già vinto il titolo nel 2012 quando con Alekno e Busato in panchina conquistò il titolo rimontando sul Brasile da 0-2 e vincendo al tiebreak. Oggi l’occasione di un grande risultato alla vigilia del Mondiale in casa (il prossimo anno). I brasiliani avevano la partita in pugno sull’1-1 si sono trovati in vantaggio fino a 20-14, ma in quel momento la classe di Mikahilov, la potenza esplosiva di Kliuka e il centrale Iakovlev. Vinto il terzo hanno poi controllato il ritorno del Brasile che così non potrà difendere l’oro di Rio (contro l’Italia). Brasile-Argentina sarà il derby sudamericano per il bronzo. Prima della finale per l’oro.

PRECEDENTI

—   Francia e Russia a livello internazionale si sono affrontate nel 2018 nella finale di World League e andando ancora più indietro si erano affrontati nella finale dell’Europeo in Belgio del 1987, quando Laurent Tillie, il coach dei transalpini, era ancora in campo. In mezzo a tanti ricordi questa giornata di semifinali segna un punto di svolta, dopo 25 anni, l’Italia non ha partecipato a una semifinale olimpica. Era infatti dal 1996 che - ininterrottamente - gli azzurri erano stati protagonisti fino all’ultimo giorno del torneo olimpico (con 5 medaglie su 6 conquistate), questa volta erano già in Italia da un giorno e mezzo. A leccarsi le ferite e a cercare di capire come inizierà il nuovo corso di De Giorgi, fissato per il 1° settembre quando farà il suo esordio all’Europeo.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/05-08-2021/volley-francia-russia-finale-inattesa-420206436676.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: