Finale scudetto: colpo Monza, sbanca Conegliano in gara 1

Finale scudetto: colpo Monza, sbanca Conegliano in gara 1

Mai dire mai. È il film che accompagna l’impresa di Monza che al Palaverde in un palasport carico di storia e di trofei compie l’impresa di battere le campionesse di Conegliano come aveva già fatto quest’anno in stagione regolare. Mai doma la squadra di Marco Gaspari che non si fa distrarre dal vantaggio di Conegliano nel tiebreak e aspetta la sua grande occasione. La trova grazie a una determinazione invidiabile. Il Vero Volley guidato da Larson strappa una vittoria incredibile che cambia il corso della serie. Martedì sera in Brianza è in programma gara 2 di una serie al meglio delle 5.

CONEGLIANO-MONZA 2-3 (23-25, 25-15, 25-19, 16-25, 13-15)

—   Comincia come tutti si aspettano con la banda degli alpini di Conegliano che suona l’Inno di Mameli e con oltre 5000 persone sulle tribune del Palaverde. Anche i sestetti sono quelli titolari (con Van Hecke in campo dall’inizio al posto di Stysiak). Quello che (forse) nessuno di aspetta è il 6-1 a favore di Monza, alla prima finale scudetto della storia. Ancora importante il vantaggio per la squadra di Marco Gaspari (11-5), prima che la morsa di Conegliano si stringa fino al pareggio (15-15). Ma qui il Vero Volley trascinato proprio da Van Hecke (6 punti nel set al 60% in attacco) e da una Larson di sostanza (4 punti), fa lo scatto decisivo. La “vendetta” di Conegliano non tarda a farsi sentire. Santarelli conferma in campo Courtney al posto di Plummer entrata sul finire del primo parziale e con un set tutto toccate a muro e difese la squadra campione d’Italia scappa via senza che Monza la possa intercettare. Egonu come nel primo set firma 7 punti e per il grande pubblico delle Pantere (il soprannome delle giocatrici di Conegliano) non è un problema fare 1-1. Mentre sono senza esito i cambi messi in atto da Marco Gaspari nel Vero Volley. Stesso copione esatto nel terzo parziale con Conegliano padrona che prende subito il break ancora con il muro e l’attacco. L’Imoco sbaglia sempre meno e per Monza non c’è scampo. Sembra finita. Ma non è così. Monza rialza la testa e dopo i cambi del set precedente torna alla formazione originaria (eccezione di Candi al posto di Rettke) e mette in crisi le tricolori 14-9. Le battute di Van Hecke fanno la differenza e il muro di Monza adesso è invalicabile. Sarà tiebreak. l’Imoco parte alla grande, vola via sembra deciso tutto, ma Conegliano alza la guardia e il Vero Volley fa l’impresa.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/30-04-2022/volley-finale-scudetto-colpo-monza-sbanca-conegliano-gara-1-440289873299.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: