Egonu regala la Coppa Italia a Conegliano davanti a Mattarella

Egonu regala  la Coppa Italia a Conegliano davanti a Mattarella

La squadra regina è ancora Conegliano. Per la terza stagione consecutiva l’Imoco conquista la Coppa Italia (la quarta del club). Dopo la Supercoppa, le venete alzano il secondo trofeo della stagione e lo fanno davanti al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, appassionato tifoso e pronto a premiare la squadra campione, con 3230 spettatori festanti sulle tribune del PalaEur.

CONEGLIANO-NOVARA 3-2 (19-25, 19-25, 25-21, 25-22, 15-13)

—   Che Novara è in partita si capisce dai primi due scambi. Doppio ace per Hancock. La turca Karakurt (7 su 9 in attacco) è un riferimento importante per la regista americana mentre al centro Chirichella (3 su 4) tiene a bada Folie e De Kruijf. Le piemontesi volano verso il 25-19 anche perché l’Imoco, tranne Egonu (5 su 11), fatica a trovare alternative in attacco.

PRESIDENTE IN TRIBUNA

—   Nel secondo set Conegliano entra con un altro piglio, Karakurt scende di percentuali (4 su 11) perché l’Imoco riesce in tre occasioni a murarla. Pantere sempre avanti fino all’11-10 quando Novara piazza una nuova zampata: 7-0 di parziale e fuga decisa per il 2° set con Chirichella protagonista sia a muro sia in attacco (ancora 3 su 4 in attacco e 2 muri punto). Wolosz prova ad alzare i giri del motore veneto servendo con costanza Egonu (scesa al 21% in attacco) e Plummer ma sul 20-13 per l’Igor la rimonta risulta complicata. Santarelli prova anche a cambiare le due schiacciatrici inserendo prima Courtney per Plummer e poi Omoruyi per Sylla ma l’inerzia del parziale non cambia. Anche il secondo set si chiude come il primo: spallata di Karakurt e Conegliano che barcolla vistosamente. Reazione dell’Imoco che nel 3° set trova le contromisure all’energia di Novara. Santarelli si gioca la carta delle due schiacciatrici americane – Courtney e Plummer - in campo assieme. Wolosz si affida sempre di più alle bordate di Egonu (7 punti con il 50% in attacco nel parziale) e pantere che riaprono il match. Inerzia della finale che gira a favore delle venete. Oltre alla Paola nazionale, Wolosz ritrova Plummer. Lavarini butta nella mischia Washlington, ma l’Imoco appare un treno lanciato verso il tiebreak. Nel set conclusivo il vantaggio lo scava Folie con due ace. È il segnale della resa per Novara per Conegliano non sbaglia più nulla.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/06-01-2022/volley-egonu-regala-coppa-italia-conegliano-a-mattarella-430789911841.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: