De Giorgi: “Superlega ancora più forte: Perugia, poi Civitanova e Modena“

De Giorgi: “Superlega ancora più forte: Perugia, poi Civitanova e Modena“

Aspettando l’Olimpiade. Aspettando che finisca in realtà. Una strana estate da c.t. ancora non operativo per Fefé De Giorgi, già nominato per il dopo Tokyo che non ha ancora una squadra su cui lavorare (il primo impegno sarà l’Europeo a settembre). Intanto ha il tempo per osservare e programmare. E la Vnl è stata un buon osservatorio anche di quello che ci aspetta nel campionato.

CHE SUPERLEGA SARÀ LA PROSSIMA?

“Il livello aumenta ancora di più - dice l’ex tecnico di Civitanova -. Questo è un bel segnale. Eravamo tutti preoccupati dopo un anno e mezzo di resistenza e non era scontato. Le squadre di vertice hanno spinto abbastanza sull’acceleratore. Perugia ha fatto un mercato aggressivo che l’ha resa ancora più completa, più forte. Civitanova è al livello di Perugia, sono squadre molto vicine. Si aggiunge quest’anno Modena: ha personaggi decisivi nei momenti importanti . Forse la panchina è meno profonda rispetto alle altre formazioni. Sono molto curioso di quello che riuscirà a fare Trento che metterà assieme una squadra interessante”.

LA SECONDA FASCIA DIETRO LE PRIME?

“Monza, Piacenza, Milano se si sistema col discorso palleggiatore, poi Vibo Valentia che ha fatto una bella squadra. Sono tutte formazioni che hanno la possibilità di fare quello che ha fatto Monza quest’anno. Magari lo scudetto no, ma sorprendere raggiungendo la semifinale”.

DOPO LA NATIONS LEAGUE: QUALI GIOCATORI LE PIACEREBBE VEDERE NEL CAMPIONATO ITALIANO?

“Beh i polacchi Semeniuk e Sliwka, sicuramente. Anche avere Wallace sarebbe interessante. Sono invece contento che Vibo abbia preso Nishida, sarà molto interessante vederlo all’opera in Superlega. Poi dei russi Kliuka e Volkov sicuramente sarebbero un acquisto di lusso come anche Mikhaylov che è un po’ un sogno per le squadre. Chissà se c’è ancora speranza di vederlo in Italia”.

UN INTERESSE DIRETTO INVECE CE L’HA PER I GIOVANI CHE HA MESSO IN MOSTRA L’ITALIA.

“Beh intanto dal 18 luglio comincerò a lavorare con un gruppo di quelli che ovviamente non sono all’Olimpiade. In Vnl ho visto una bella progressione sia nell’aspetto tecnico che caratteriale. Mi è piaciuto il loro modo di reagire dopo le prime due settimane di difficoltà. Hanno proseguito in crescita, non si sono persi ed è una base importante: la capacità di reagire alle difficoltà non è scontata”.

ALCUNI DI LORO HANNO GIÀ UNA STAGIONE DA TITOLARE ALLE SPALLE (VEDI RECINE, MICHIELETTO). COSA SI ASPETTA DAL CAMPIONATO?

“Sarà l’occasione di fare un bel salto. Ci sono anche Bottolo, Pinali. Recine è andato a Piacenza. Ormai tutte le squadre ambiziose hanno tre martelli forti, dovrà sgomitare come è giusto che sia, ma questo gruppo ha una buona base di “cazzimma”. Per il resto c’è da lavorare tanto”.

NEL CAMPIONATO TORNA ANCHE NIKOLA GRBIC

“E alzerà il livello della nostra Superlega. Spesso si parla solo di giocatori, ma vale anche per gli allenatori. Torna con tanta esperienza e il suo Zaksa giocava proprio bene. Darà tanto”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/01-07-2021/volley-de-giorgi-superlega-ancora-piu-forte-perugia-poi-civitanova-modena-4102394869306.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: