Conegliano stellare con Egonu, è pokerissimo di scudetti. Resa Monza al tie-break

Conegliano stellare con Egonu, è pokerissimo di scudetti. Resa Monza al tie-break

MONZA-CONEGLIANO 2-3 (20-25, 25-23, 21-25, 21-25, 8-15)

—   L’Imoco si conferma padrona del campionato: batte Monza in gara-4 e vince il quarto scudetto consecutivo, il quinto della sua breve storia (in cui ha perso solo una finale, la prima nel 2013). Trascinato dalla solita Egonu, ma protagonista, a differenza di gara-2, di una delle sue solite partite senza incertezze, dominando il gioco contro una volenterosa Monza (alla prima finale) non in grado di ripetere la prestazione di gara -1.

LA PARTITA

—   Confermati i sestetti che hanno fin qui giocato. Monza con Orro-Van Hecke, Rettke-Danesi e Davyskiba-Larson con Parrocchiale libero. Conegliano con Wolosz-Egonu, De Kruijf-Folie, Plummer-Sylla e De Gennaro. Monza prova in avvio a forzare in battuta e infatti sbaglia molto (7) mentre Conegliano incassa con serenità qualche errore e tiene il controllo del gioco. Bene Plummer ed Egonu mentre dall’altra parte faticano Larson (13% in attacco ma tanto lavoro in ricezione) e Van Hecke. Le venete dilagano nel secondo set, padrone del gioco con una Monza che sembra non averne più. Gaspari prova il cambio dell’opposto con dentro Stysiak ma non basta a fermare l’ondata gialloblù che avanza. Sotto di sette a Monza riesce una clamorosa rimonta fatta di muri e servizio insidioso, oltre a una Larsom d’esperienza che la porta addirittura al +1 sul 23-21 con Santarelli costretto a strigliare le sue in palese e pericoloso calo di attenzione. Chiude Stysiak. Ringalluzzita Monza parte bene nel terzo con Gennari per Davyskiba, ma l’Imoco sembra aver imparato la lezione e riparte con muri di Plummer e bordate di Egonu. Non bastano una Larson in versione guerriera e Danesi che acchiappa a muro la sua compagna d’azzurro Egonu. Conegliano vigila sul +4/+5 conquistato e rintuzza anche il tentativo di rimonta partito da due ace di Davyskiba. Nel quarto Monza non vuole arrendersi, rimonta una, due tre volte. Quando sembra che tutto sia finito e che l’Imoco stia per mettere le mani sullo scudetto, il Vero Volley guidato da Larson e dalle battute di Orro fa un’altra impresa e agguanta il 2-2. Ma nel tiebreak Conegliano mostra di volere arrivare allo scudetto stasera per poi pensare alla Champions. Accelerata Imoco che grazie alle bordate di Egonu e a un grande gioco in difesa completa il lavoro e alza lo scudetto!

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/10-05-2022/volley-conegliano-stellare-egonu-pokerissimo-scudetti-440439904703.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: