Conegliano è una corazzata: e sono 11! A Novara passa 3-0

Conegliano è una corazzata: e sono 11! A Novara passa 3-0

L’IMOCO CENTRA L’UNDICESIMA VITTORIA IN CAMPIONATO. EGONU TOP SCORER CON 21 PUNTI. NELL’ALTRO ANTICIPO FIRENZE PIEGA CASALMAGGIORE 3-0

NOVARA-CONEGLIANO 0-3 (18-25, 13-25, 16-25)

—   La sfida al vertice tra Novara e Conegliano conferma quello che, chiaramente, è oggi il divario tra la capolista Imoco ed il resto della concorrenza. Una superiorità tecnica, fisica, ma anche mentale quella della squadra di Santarelli, al cospetto della quale anche una formazione ambiziosa come la Igor è apparsa evidentemente in soggezione. Assenza a sorpresa nelle fila dell’Imoco, che deve rinunciare a Miriam Sylla, in stampelle a bordo campo per un problema al piede sinistro. Vestono la maglia di secondo libero i centrali Folie e Chirichella, assenze annunciate dalle due parti, mentre Novara deve rinunciare per la seconda gara consecutiva a Sansonna, fermata dal Covid. Adams, che rileva Sylla nel sestetto gialloblu, si presenta nel modo migliore, con due ace che danno subito l’abbrivio all’Imoco. Novara, comunque, c’è e con il muro di Smarzek impatta a quota 4. Ancora Adams per il break di Conegliano, che allunga sul 6-10, con la ricezione della Igor in affanno. Time out per Lavarini. L’Imoco è precisa in ogni fondamentale e spietata nello sfruttare ogni occasione, che viene puntualmente concessa da una Igor in evidente soggezione (8-14; 10-16). Il set scappa via nel pieno controllo di Conegliano, che senza forzare la battuta manda pure in crisi la ricezione avversaria, terribilmente deficitaria nel set. Lavarini toglie Herbots ed inserisce Populini sul 13-20 e Novara trova un buon parziale, fissato da due ace di Hancock che valgono il 17-21. Non basta ad impensierire l’Imoco, che chiude 18-25 con Egonu (5 nel set come Fahr). Non cambia lo spartito della gara nel secondo set, con la Igor in affanno sulla battuta di Conegliano, che scappa subito via sul 2-6. La Igor con il servizio di Herbots ed i muri di Washington si rimette in scia ed aggancia l’Imoco a quota 7. Egonu con due punti riaccende il motore di Conegliano, che riallunga sull’8-12. Smarzek prova ad entrare nella gara(10-12), ma sul turno di Sarah Fahr arriva un altro parziale gialloblu per il più 5. Time out per Lavarini, ma Novara (0% di efficienza in attacco nel set) che sprofonda, di nuovo abbandonata dalla ricezione (11-18). Egonu fa uno show al servizio ed il set diventa una lezione durissima per Novara (13-25). Non sembra esserci più partita, perché la Igor pare aver già staccato la testa, mentre dall’altra parte della rete Conegliano con un filo di gas vola subito via anche nel terzo set (4-9). Il cambio della diagonale dà uno sprazzo di energia a Novara, che si riavvicina sull’8-10 ed impatta a quota 11, con la Imoco che improvvisamente inizia a sbagliare qualcosa di troppo. Ma è sempre la ricezione a far ripiombare Novara a meno 4, con Lavarini che deve fermare il gioco sull’11-15. L’imoco però non si ferma più, Hill passa con facilità sopra il muro, il resto lo fa la confusione nella metà campo della Igor, dove l’assenza di Sansonna si fa sentire enormemente. Finisce 16-25 il terzo set che chiude una gara senza storia.

FIRENZE-CASALMAGGIORE 3-0 (25-12, 32-30, 25-21)

—   E’ un 3-0 di quelli che non ammette repliche quello che Il Bisonte Firenze infligge all’E’ Più Casalmaggiore, che non solo perde la gara ma rischia di perdere a lungo anche la propria schiacciatrice Laura Partenio che si è infortunata a un ginocchio ricadendo in fase di attacco. Particolarmente impressionante il suo incidente con una rotazione innaturale della gamba. Necessari ovviamente gli accertamenti per lei che è uscita dal PalaMandela in barella. Il primo set è veramente a senso unico. La squadra di Mencarelli prende subito il largo sospinta da Nwakalor (migliore in campo), ma anche da Van Gestel e Guerra. Alla formazione ospite non riesce praticamente niente. Tanto che Parisi ad un certo punto decide di mettere fuori tutta la squadra titolare. Il 25-12 finale la dice lunga sul dominio delle azzurre. Nel secondo set c’è la reazione d’orgoglio di Casalmaggiore. Vasileva mette il turbo in attacco e a muro, le due squadre si vanno avanti a colpi di break e controbreak. Sul 22-24, vengono annullati due set ball alle lombarde. Sul 27-26 per Firenze invece arriva il grave incidente occorso a Partenio; il suo attacco sembra terminare fuori, ma Parisi chiama il video check che gli dà ragione, perché rileva un tocco a muro. Da lì in avanti succede di tutto e di più almeno fino a quando Vanzurova non commette una doppia in palleggio che determina il 32-30 per le toscane. Nel terzo set Bisonte sempre avanti e dettare i tempi e Belien chiude le ostilità con un primo tempo vincente (25-21). Un successo questo che potrebbe essere importante anche in chiave qualificazione Coppa Italia per la squadra di Mencarelli. Parisi invece si lecca le ferite: ci sono molte cose da rivedere nella sua compagine.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/14-11-2020/volley-a-1-donne-conegliano-corazzata-novara-passa-3-0-390854697800.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: