Champions League: Trento show, rimonta da 0-2 e batte Novosibirsk

Champions League: Trento show, rimonta da 0-2 e batte Novosibirsk

LA SQUADRA DI LORENZETTI, SENZA I DUE PALLEGGIATORI ANCORA POSITIVI E CON ABDEL-AZIZ NEL RUOLO DI REGISTA, VINCE AL TIE BREAK CONTRO I RUSSI AL TERMINE DI UNA GARA TUTTA IN SALITA. KOOY TOP SCORER CON 20 PUNTI

TRENTO-NOVOSIBIRSK 3-2 (21-25, 23-25, 25-23, 25-23, 15-2)

—   Inizia nel migliore dei modi la tre giorni casalinga di Champions League per la Trentino Itas. Ancora in formazione ampiamente rimaneggiata, senza entrambi i palleggiatori Giannelli e Sperotto, la squadra di Lorenzetti compie una bellissima rimonta ai danni del Lokomotiv Novosibirsk. Gara combattuta e tirata, giocata praticamente sempre palla su palla, con i padroni di casa bravissimi nel rovesciare la frittata: da 0-2 a 3-2 crescendo parecchio nel corso della gara. I russi mettono a segno 12 ace in due set e mezzo e finché la ricezione trentina soffre riuscire poi a tenere un alto ritmo in attacco è dura, ma quando poi si trova l’assetto giusto puntellando la ricezione con Michieletto opposto ricevente allora tutto il gioco di Trento ne guadagna. Perché l’attacco, trascinato da un ottimo Kooy, decolla così come tutta la fase break. Ora nella serata di oggi il match fra i cechi del Karlovarsko ed i tedeschi del Friedrichshafen, avversari domani e giovedì di Podrascanin e compagni. In avvio, quindi, Lorenzetti conferma l’unico sestetto possibile con il rientrante Argenta opposto ad Abdel-Aziz in cabina di regia. Sestetto atteso per i russi, privi del loro coach Plamen Kostantinov bloccato dal Covid-19. Gli ace di Luburic e Savin regalano il primo allungo a Novosibirsk (3-6), Trento inizia sbagliando alcune cose nella costruzione dell’azione di gioco (6-10) a partire da una ricezione che incassa il terzo ace in mezzo set (Brazhniuk per il 9-13). Dai nove metri tiene il passo anche Trento, con i due ace del 13-14 firmati da Argenta, prima che Lisinac attacchi out ed Ivovic muri Argenta per il 15-19 che costringe Lorenzetti a fermare tutto. Lisinac mura e Trento respira (18-20), l’opposto veronese dei trentini li tiene in scia (20-22) ma nel finale l’ace del neo entrato Kazachenkov chiude i giochi a favore degli ospiti. Il secondo set (con Cortesia al centro per Lisinac) si apre con i due ace di Abdel-Aziz che valgono il 4-0, cui rispondono subito sempre dai nove metri Lyzik e Savin (8-6). La quarta pestata odierna, la prima dei tre metri attaccando da seconda linea dopo tre in battuta, regala il 9 pari ai russi. Lucarelli pesca l’ace del 12-10, ma il sesto ace in un set e mezzo di Novosibirsk sigla la nuova parità (13-13). L’equilibrio regna sovrano, sul 19 pari dentro Michieletto per Argenta come opposto ricevente per coprire in ricezione Kooy sul turno in battuta di Kazachenko che fa ace comunque. Nel combattuto finale Luburic mette a terra il 20-22 con il primo tempo di Lyzik che tiene avanti i russi (22-23) prima che i russi non sbaglino nulla e volino così sullo 0-2. Nel terzo parziale confermato Michieletto opposto ricevente, così da sgravare Kooy da essa, ed i due errori di fila dell’ex opposto Piacenza, Luburic, portano l’Itas sul 7-4. I due ace consecutivi di Ivovic riportano i russi in scia (11-9) e l’ennesima battuta vincente ospite, quella di Brazhniuk, riporta il set in parità sul 13-13. Il muro di Abdel-Aziz vale il 18-16, margine incrementato da Podrascanin autore del 21-18, antipasto di un finale nel quale Lucarelli si intestardisce a tirare una palla difficilissima e si becca lo stampo del 22-21. Kooy è caldo il giusto per conquistarsi un set ball che, al secondo tentativo, grazie ad una doppia in palleggio dei russi si tramuta nel 25-23 finale per i trentini. Nel quarto parziale gli ospiti partono bene (4-7), il muro di Lisinac tiene i trentini in scia (10-12) finché la parità non torna a regnare col pallonetto di Lucarelli (13-13). I tre punti consecutivi di Savin valgono il 17-19 prima che Lyzik non piazzi l’ace del 19-21, Trento si affida ancora a Kooy per raddrizzare la situazione: suo l’ace del 21 pari. Nel tiratissimo finale Abdel-Aziz mura Savin regalando all’Itas il set ball, che si concretizza nel 25-23 finale per i padroni di casa grazie ad un fallo di portata in palleggio. È così tie-break e subito i dolomiti partono forte: 3-0 con il muro di Lucarelli e time-out russo. Ma i tre ace di fila di Abel-Aziz (7-2) spingono avanti i trentini, con il devastante turno in battuta dell’opposto uso palleggiatore olandese che lascia la battuta solamente alla fine del set.

1 dicembre 2020 (modifica il 1 dicembre 2020 18:48)

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/01-12-2020/volley-champions-league-trento-show-rimonta-0-2-batte-novosibirsk-3901314018282.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: