Champions League, Trento e Civitanova senza rivali

Champions League, Trento e Civitanova senza rivali

Nella quarta giornata di Champions League Trento (senza Lisinac rimasto a casa perché positivo) infila la terza vittoria senza problemi in Turchia. Civitanova batte il Maribor mentre Perugia ha vinto a tavolino la sfida col cannes che ha deciso di non partire per problemi di Covid

FENERBAHÇE-TRENTO 0-3 (20-25, 18-25, 16-25)

—   Vittoria netta e importante nella corsa alla qualificazione per l’Itas Trentino che a Istanbul travolge il Fenerbahçe di Castellani in un match mai in discussione. Primo break con Lavia a servizio e il secondo sempre con Lavia a muro. Sul +6 Trento subisce una parziale rimonta con Hidalgo a servizio poi gestisce con cambio palla e muro che fermano le velleità turche. Maggiore equilibrio nel secondo set col Fenerbahçe che registra il muro e cresce in battuta. Ai ragazzi di Lorenzetti ci vuole metà set per rimettersi in carreggiata, il servizio martella Hidalgo e l’Itas torna ad alzare il muro scavando il vantaggio che la porta a chiudere il set. Terzo set di nuovo senza storia con Trento che dilaga sin dall’inizio e turchi quasi rassegnati alla sconfitta. (Nicola Baldo)

CIVITANOVA-MARIBOR 3-0 (25-18, 25-15, 25-19)

—   In poco più di un’ora Civitanova liquida la pratica Maribor, infila la quarta vittoria in altrettante sfide nel girone di Champions League dove resta saldamente in testa. Col minimo sforzo, ma non sottovalutando l’avversario, la Lube ha messo alle corde il modesto Ok Merkur, effettuando anche un po’ di salutare turn over e dando la possibilità al giovane Penna di esordire in campo internazionale. Gli 11 muri, con un Diamantini in gran serata (5 punti più 3 i blocchi vincenti) e attacco (60% di squadra) con Lucarelli (78%) e Garcia (62%) hanno fatto la differenza a favore dei marchigiani che hanno messo sotto Maribor anche negli altri fondamentali. Nella Lube Blengini concede un turno di riposo a Zaytsev e Simon che vengono sostituiti rispettivamente da Garcia e Anzani che fa il rientro da titolare in squadra: si alternano in campo anche i liberi Balaso e Marchisio. Civitanova che spinge subito sull’acceleratore per mettere alle corde l’avversario e col muro di Lucarelli allunga sul 7-3. Diamantini (4 e 75%) e Yant (6 e 71%) in attacco fanno paura agli avversari che si affidano soprattutto all’opposto libanese Ikhbayri per provare a restare in partita (15-12). Ma sono gli stessi errori degli ospiti a consentire a Civitanova di riallungare il punteggio e poter controllare senza particolari patemi il tentativo abbozzato di risalita degli sloveni. Finale di set in discesa per gli adriatici che vanno a chiudere con l’errore in attacco di Ikhbayri alla prima di sei palle set conquistate. Nel secondo Civitanova continua a martellare in attacco e rapidamente se ne va sul 12-6. Il servizio di Lucarelli ma soprattutto i muri di Diamantini (2 consecutivi) mettono il timbro sul 14-7 che sembra già essere una sentenza in questo parziale per il sestetto di Skorc. L’andamento della partita consente, sul 20-9, anche l’esordio del giovane Penna in Champions che rileva nella parte finale del parziale Lucarelli e sigla anche il punto del 22-14 al tramonto del set. Terzo parziale che si apre con un’impennata di orgoglio del Maribor con Pavlovic che regala il primo vantaggio della partita ai suoi (10-11). Maribor che non molla, ha la forza di riagganciare poi i padroni di casa (16-16) prima che l’attacco di Garcia e l’ace di Lucarelli respingano le ultime chance ospiti di allungare la sfida.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/26-01-2022/volley-champions-league-trento-civitanova-campo-4301110521056.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: