Champions, Conegliano travolgente, è ai quarti

Champions, Conegliano travolgente, è ai quarti

NANTES-CONEGLIANO 0-3 (20-25, 20-25, 24-26)

—   Un altro tre a zero con Paola Egonu in campo e un po di fatica solo nel terzo set. la vittoria sulle padrone di casa del Nantes vale la qualificazione ai quarti della Champions League per l’Imoco Conegliano protagonista di una prova di forza. Domani chiude la bolla francese con la sfida al Fenerbahçe già battuto nettamente all’andata. Va subito a mille la squadra di Santarelli che schiera Wolosz-Egonu, Omoruyi e Hill e Butigan e De Kruijf con la Sylla schierata come secondo libero. Sono Egonu e Hill a trascinare la squadra con un’ottima Butigan a muro (2 vincenti). In difficoltà in ricezione, le francesi non riescono mai a cotruire un gioco efficace. Nel secondo set entra in scena anche un’ottima De Kruijf e per il Nantes non c’è scampo. Nel terzo le set si rilassano un po’ troppo e permettono al Nantes di tenere vivo il gioco.

MONZA-ZOK UB 3-1 (18-25, 25-19, 25-14, 25-18)

—   Obiettivo centrato per Saugella che raggiunge la seconda semifinale europea della propria storia, dopo quella di Challenge Cup (coppa poi vinta) nel 2019. Le ragazze di coach Gaspari superano 3-1 lo Zok Ub nel quarto di finale di Coppa Cev nella bolla di Monza, e accedono al turno successivo dove troveranno un’altra serba, il Tent Obrenovac (andata il 23 febbraio in casa). Per Saugella, ancora senza Orro, un set di rodaggio, perso 18-25, senza muri ed ace, poi il braccio caldo di Van Hecke (25 punti) e la fase break (7 ace e 12 muri nelle frazioni successive) hanno fatto la differenza. Per le locali, 18 punti di un’ottima Orthmann e 13 di Heyrman, mentre per lo Zok Ub ci sono i 18 di Vulin.

SCANDICCI-CHIERI 2-3 (25-22, 27-25, 20-25, 19-25, 7-15)

—   Le stranezze del calendario di Serie A1 continuano ed è così che Scandicci e Chieri si ritrovano a giocare contro nuovamente, a tre giorni di distanza, questa volta per il recupero dell’undicesima giornata. Savino che deve fare a meno di Vasileva per motivi regolamentari (non faceva parte di Scandicci nel girone d’andata). Dall’altra parte le piemontesi vogliono confermare il quarto posto conquistato domenica scorsa proprio a discapito delle toscane e ci riescono vincendo 3-2 in rimonta. Partenza in equilibrio e primo break importante a favore della squadra di casa che si porta dall’11-11 al 14-11, con Bregoli costretto a chiamare time out. Il colpo viene riassorbito parzialmente dalle collinari, ma Malinov con un muro su Grobelna impedisce il riaggancio. Altro time out per Chieri dopo l’ace di Malinov (19-15). Quando il set sembrava indirizzato verso Scandicci, c’è la bella reazione delle ospiti che firmano un parziale di 4-0, portandosi sul 20-19. Ad interromperlo ci pensa Courtney con un attacco da posto due. Alla fine la Savino vince il parziale con il punteggio di 25-22 e l’ultimo punto siglato da Drewniok. Chieri rientra in campo molto determinata e in un lampo va in vantaggio 6-2. In men che non si dica Barbolini è costretto a chiamare due time out per svegliare le proprie giocatrici. E la strigliata funziona perché la Savino recupera cinque punti di svantaggio fino al 10-10, poi mette la freccia grazie alle difese di Bosetti e agli attacchi di Courtney (12-10). Sul 16-16 Barbolini si gioca la carta Stysiak, al rientro in campo dopo in pratica un mese di assenza, ma Chieri che addirittura allunga sul 20-17. Finale combattutissimo: Laak porta la sua squadra al set point (24-23), Pietrini l’annulla. Poi è Drewniok a ribaltare la situazione con un ace, ma Laak non ci sta. Malinov con un contrasto a rete risolve il set per Scandicci sul 27-25. Con le alternative, Frantti e Laak, Bregoli cerca di rimettere la sua squadra in carreggiata. Alhassan è una furia a muro ne fa due di fila e la Reale Mutua si ritrova sul 5-2. Sono quei tre punti che la squadra di casa non riesce proprio ad assorbire anche per l’atteggiamento in campo molto determinato dimostrato da Chieri. Meraviglioso davvero lo scambio del 16-19 che Scandicci si aggiudica dopo una serie di difese incredibili (a segno Stysiak). Paradossalmente però da questo punto esce meglio la formazione bianconera che va sul 24-19 e chiude sul 25-20 con Laak. E’ il set che dà consapevolezza alla Reale Mutua di poter compiere la rimonta, perché anche nella quarta frazione comanda il gioco la formazione ospite. Il 2-2 è la logica conseguenza di quello che si è visto in campo. Brave le centrali Alhassan e Mazzaro, ma brava soprattutto Perinelli, autrice di 7 punti in un solo set e realizzatrice del lungo linea di giustezza del 25-20. Il tie break è a senso unico con partenza al fulmicotone per le piemontesi (7-1). La partita scorre via veloce, Laat regala il match point alla Reale Mutua (14-7). A quel punto ci pensa Stysiak a mettere la parola fine a questa sfida, nel senso che la polacca sparacchia abbondantemente out dalla seconda linea: Chieri festeggia e allunga al quarto posto proprio su Scandicci che insegue a tre lunghezze di distanza.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/27-01-2021/volley-champions-conegliano-travolgente-quarti-400177528829.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: