Bergamo non scompare: cambia società e vara una ripartenza giovane

Bergamo non scompare: cambia società e vara una ripartenza giovane

“Il grande volley non smette di brillare”. Inizia così il comunicato che ufficializza la nuova vita di Bergamo. Un’operazione lunga e articolata che ha visto la luce in mattinata con il “nero su bianco” posto dallo storico patron Luciano Bonetti e dal dirigente di lungo corso Andrea Veneziani, punta del “tridente” con il manager Paolo Bolis e con l’avvocato Stefano Rovetta capace di assemblare un puzzle d’imprenditori, sinonimo di rinascita per il glorioso sodalizio bergamasco, la società più vincente di sempre in Italia.

DOPO 30 ANNI

—   Bonetti così lascia il timone con la sua Foppapedretti dopo 30 anni e altrettanti trofei a una “squadra” nata sotto il nome di Volley Bergamo 1991 Srl. “Sarà un percorso lungo e tortuoso – spiegano Rovetta e Bolis –, ma la certezza che si possa ripartire è per noi già un grande successo. Il tutto grazie anche al fattivo aiuto e all’apporto delle imprese del territorio, ai tifosi e all’Amministrazione locale che si sono spesi e uniti per far si che il volley bergamasco proseguisse la sua avventura”. Un impegno che prende forma nel presente e guarda al futuro non solo per un obiettivo pluriennale, ma anche per una svolta “verde” che mantenga vivo il sogno della serie A per tante giovani pallavoliste. Perché sarà proprio una ripartenza con taglio “young” un’altra delle priorità: “Non possiamo venire meno - le parole di Andrea Veneziani –all’impegno di dare continuità al movimento, lavorando alla ricerca di elementi di prospettiva”. Attività che, ovviamente, richiederà tempo affinché si possano raccogliere frutti. Quei frutti che, per la serie A-1, hanno le sembianze della salvezza come primo pensiero nel prossimo torneo. Il nodo da sciogliere, tuttavia, è quello legato al tecnico in quanto Simone Bendandi - nome in pole fino a poche ore fa - ha scelto di restare a Ravenna. Il colpo grosso invece è stato piazzato con la firma della brasiliana Ana Paula Borgo, classe 1993 (opposto), che nell’ultima parte della stagione ha difeso i colori delle turche del Bursa ed è da tempo nel giro della selezione verdeoro. In cabina di regia ecco l’innesto di Isabella Di Iulio ex Perugia mentre altro tassello di levatura al centro con la 23enne nazionale tedesca Marie Scholzel, proveniente dallo Schewrin. Giorgia Faraone sarà promossa titolare come libero, conferme in banda per la capitana Sara Loda e per l’americana Khalia Lanier oltre a quella probabile di Stephanie Enright.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/08-06-2021/volley-bergamo-non-scompare-cambia-societa-vara-ripartenza-giovane-4101715507011.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: