A1 donne: Conegliano, che rischio con Busto. In campo Perugia e Chieri

A1 donne: Conegliano, che rischio con Busto. In campo Perugia e Chieri

FIRENZE-CASALMAGGIORE 3-0 (25-18, 25-18, 27-25)

—   Ben quattro gli anticipi della sesta giornata di A-1 femminile. Firenze torna a vincere battendo Casalmaggiore. In campo Conegliano e Perugia. Dopo aver perso l’occasione per essere al secondo posto in solitaria nello scorso turno di campionato (sconfitta a Perugia), Il Bisonte Firenze riprende la sua marcia superando 3-0, la VBC Trasporti Pesanti Casalmaggiore, che si è presentata in campo ancora senza Rahimova, la quale lamenta, ormai da tempo, problemi addominali. Inizio tutto di marca fiorentina (4-0). La distanza si amplifica dopo un ace di Sorokaite e un grande diagonale di Nwakalor (9-2). Prova a scuotersi la formazione allenata da Volpini, ma a parte qualche momento di furore agonistico delle rosa, assistiamo ad un monologo Bisonte. Il primo parziale si chiude con un attacco dalla seconda linea di Nwakalor toccato a muro (25-18). Nel secondo set prova la reazione Casalmaggiore, grazie agli attacchi di Shcherban e Malual e la partita è molto più equilibrata, almeno nelle sue fasi iniziali. Firenze c’è ancora e trova l’allungo, con due attacchi (Sorokaite e Sylves) e due muroni (Sylves e Nwakalor), portandosi sul 16-12 da 12 pari. E’ la svolta perché le fiorentine cominciano a giocare molto più sciolte e vanno sul 2-0 con un altro perentorio 25-18. Grandi scambi, molto combattuti, ad inizio terzo set, segno che c’è ancora voglia di giocarsela questa partita per le ospiti, nonostante il doppio svantaggio. E la squadra di Volpini si ritrova anche sul più tre (13-10) con un buon turno in battuta di Mangani. Il Bisonte non ci sta e completa l’aggancio sul 19 pari con un ace di Belien (ottimo il suo terzo set). Finale thrilling, punto a punto. Knollema annulla un set point alla VBC passando in mezzo al muro avversario e poi trova un ace fortunoso con l’aiuto del nastro. Salvo poi sbagliare la battuta successiva (era un match point per Il Bisonte). Alla seconda occasione la chiude Enweonwu con un gran diagonale da zona due. Terzo k.o. consecutivo per Casalmaggiore.

CONEGLIANO-BUSTO ARSIZIO 3-2 (25-21, 20-25, 21-25, 25-23, 15-11)

—   Il record di Conegliano continua a resistere e arriva a due vittorie da eguagliare il record del Vakifbank. Una coriacea Busto rende la vita durissima alle pantere, che toccano quota 71 successi grazie a molto orgoglio e una spinta del pubblico tornato quasi a riempire il 60% dei posti disponibili. Conegliano, oltre a Fahr, deve rinunciare ancora a De Gennaro e Sylla, non ancora del tutto recuperate dai rispettivi problemi a polpaccio e ginocchio destro. Busto parte con Battista al posto di Mingardi e aggredisce subito con Bosetti e Stevanovic; le pantere rispondono con il muro, una strepitosa De Kruijf e le americane Courtney e Plummer molto reattive (17-11). Gray ne infila quattro consecutivi e Conegliano commette due errori (21-18); nel finale entra Mingardi, ma Egonu sale in cattedra e basta il primo dei cinque set point per andare al cambio campo. Sono gli errori (13) a condannare l’Imoco alla ripresa del gioco: le ospiti conducono nel punteggio dall’inizio alla fine del set, puntano molto su Gray (71%) e gestiscono bene il vantaggio (7-12 e poi 10-16), senza calare il ritmo. Conegliano fatica a costruire e pare poco lucida in molte fasi. L’inerzia resta dalla parte delle farfalle anche all’inizio della terza frazione: 2-6 per Busto e Conegliano spaesata, ma il timeout di Santarelli sortisce l’effetto sperato dai 3mila del Palaverde. Arriva un controparziale di 8-2 firmato per metà da Egonu e sostenuto anche dal muro; la gara si riaccende e Busto non cede (15-18), Conegliano è meno fallosa e rientra sino al 20-19, finché due aces di Ungueranu spianano la strada alle farfalle. Sotto come a Monza, Conegliano deve raccogliere le non molte forze disponibili e prende un piccolo vantaggio di 3 punti che si allarga solo sul 21-16; Busto recupera fino al 23-23 e fa tremare i polsi al popolo gialloblù, ma Plummer ed Egonu non si fanno tradire dall’emozione. Il tiebreak ritrova le pantere dei giorni migliori, aggressive su tutti i palloni (4-1, su ace di Egonu), ma Busto punta sul rientro definitivo di Mingardi e sull’esperienza di Stevanovic (6-7, su errore di Egonu). Dopo il cambio campo Conegliano resta fallosa (7 sui 10 punti di Busto), finché Egonu firma il sorpasso sull’11-10; Plummer e Courtney spingono forte e Wolosz si conquista tre match point. Basta il primo con Plummer.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/06-11-2021/volley-a1-donne-firenze-si-riscatta-casalmaggiore-4202262531778.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: