A-1 femminile, Roma e Bergamo vittorie per la salvezza

A-1 femminile, Roma e Bergamo vittorie per la salvezza

BERGAMO-PERUGIA 3-1 (25-23 25-18 14-25 25-18) Dall’andata al ritorno, dall’attesa finita a quella che scadrà tra una manciata di ore. Da Perugia a Perugia. Il Volley Bergamo torna al successo e lo fa contro Perugia, la stessa squadra contro la quale aveva centrato l’ultima vittoria. Era il 7 novembre, sono arrivate poi 8 sconfitte di fila, in panchina c’era ancora Lino Giangrossi prima delle dimissioni (mercoledì arriva Stefano Micoli). Nel frattempo c’è stato Marco Zanelli, al timone di un 3-1 provvidenziale che significa anche il sorpasso alle umbre e levarsi un peso dallo stomaco grande così. L’avvio sembra ricalcare Casalmaggiore, per fortuna di Bergamo resta solo legato al parziale del primo set e a un 25-23 che toglie gli ormeggi a una squadra che ne aveva fin troppi. Tanto è vero che il blocco, parso più psicologico, se ne va una volta rotto il ghiaccio. Il secondo set scivola via ancor più in fretta, detonato da Lanier e da una Di Iulio padrona in regia e Butigan chirurgica al centro. La flessione nel terzo è sintomatica dello “scatto” rossoblù. Perugia, con le ex Melandri e Sirressi, si scuote e accorcia lasciando le padrone di casa a quota 14. Sette giorni fa sarebbero tremate le gambe per poi finire in un sol boccone nelle fauci ospiti. Non stavolta. Poiché Loda e compagne replicano nel punteggio e nel gioco il secondo parziale. Un 25-18 che sa si liberazione. E ora anche il prossimo “incrocio impossibile” a Novara, a far visita a Stefano Lavarini (l’ultimo condottiero a portare un trofeo in terra bergamasca, la Coppa Italia del 2016) fa meno paura. Non sono questi gli scontri su cui far leva per la salvezza. Al contrario di quello odierno contro una Perugia che, in questo modo, disfa quanto di buono aveva fatto vedere nell’affermazione su Roma.

ROMA-CHIERI 3-1 (26-24, 26-24, 21-25, 25-15) Arriva la seconda vittoria consecutiva per coach Mafrici, la prima tra le mura amiche al PalaEur. Le capitoline continuano la loro corsa verso la salvezza in maniera dirompente, abbattendo la Reale Mutua Fenera Chieri, squadra più strutturata. Gli errori visti con Perugia sembrano superati e le giocate mostrate fanno ben sperare. Splendida la presenza costante e calorosa del “branco”, la tifoseria organizzata giallorossa, settimo uomo in campo. La gara inizia con una partenza sprint delle ospiti, che grazie a due muri si porta 0-4. Risponde l’Acqua e Sapone, ingranando una serie vincente che le permette di recuperare e di portarsi sul 6-5. Chieri chiama timeout e video check, ma è Roma ad allungare 7-5. Le squadre continuano a inseguirsi, alternandosi alla conduzione della gara, finché è Chieri ad allungare, 14-17. Le capitoline recuperano 20-21. Chieri chiama il time-out poi Roma trova prima il pareggio - con un ace di Trnkova- e poi il vantaggio grazie a Klimets. Le piemontesi non si arrendono e riescono a ribaltare di nuovo il risultato, complice un’invasione e un ace(22-23). Si arriva ai vantaggi, le giallorosse vanno 25-24 e riescono ad aggiudicarsi il set. Seconda frazione segue lo stesso copione. La musica non cambia e le piemontesi allungano sul 3-9. Chieri non molla. Le capitoline riacquistano quella lucidità che aveva consentito la vittoria di Firenze e, grazie anche a una serie di errori avversari, riesce a farsi sotto (20-21). Il pareggio giunge grazie a un ace di Pamio, subentrata nel corso della gara. Si arriva sul 23-24. Un errore delle ospiti porta al pareggio e è poi Roma a prevalere ai vantaggi (26-24).I due sestetti si contrappongono punto su punto, alternandosi in testa. Sul 16-17 il video check non rileva un’invasione richiesta da Roma e le ospiti riescono ad allungare sul 19-23. Le giallorosse non mollano e con due fiondate si portano sul 21-23. Le ragazze di Bregoli insistono e portano a casa il set. Trnkova apre le danze nel quarto. La ceca tiene il servizio e con un ace fissa il parziale 4-0. Cazaute interrompe la serie vincente e Grobelna in battuta agguanta il pareggio. Bugg confeziona due ace, riuscendo a doppiare le ospiti (8-4). Klimets continua a colpire come un cobra, coadiuvata da una Stigrot in splendida forma (14-7). La bielorussa ha un’azione devastante, Trnkova sembra indiavolata sotto rete e Pamio in battuta continua a sganciare bombe (22-11). Il prossimo incontro vedrà Roma a Monza.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/13-02-2022/volley-a-1-femminile-roma-bergamo-vittoria-la-salvezza-4301406299579.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: