A-1 donne: Busto, Monza e Scandicci, vittorie d’alta quota

A-1 donne: Busto, Monza  e Scandicci, vittorie d’alta quota

BUSTO ARSIZIO-FIRENZE 3-0 (25-21, 25-20, 25-20)

—   Riecco Busto. Dopo tre sconfitte di fila, la Unet E-Work torna prepotentemente alla vittoria, superando in tre set il Bisonte Firenze, schiantatasi contro il muro (ben 11, 5 di Olivotto) di una Uyba guidato dalla top scorer Mingardi. Con Musso che recupera nello starting six l’acciaccata Mingardi (7 punti), sono le fiorentine di Bellano a partire meglio, tenendo il pallino il gioco (4-7 e 12-15) con Sorokaite e Nwakalor sugli scudi 11 punti in due). Ma nell’equilibrato finale è Bosetti (suo il muro a uno sul 20-18) a rompere gli equilibri e a spingere Busto al 25-21 in 25’ sul muro - il quarto di squadra - di Poulter. Le farfalle Olivotto e Bosetti volano sulle ali dell’entusiasmo, ma le bisontine si rifanno sotto con Belien (13-12), ben supportata nel prosieguo da Van Gestel. Sul turno di servizio di Stevanovic (dal 19-17 al 22-17), la Uyba scava però il solco con Gray, lasciando a Mingardi (6 punti nella frazione, uno in meno dellacompagna serba) l’onore di mettere a terra la palla 25-20 in 24’. Sorokaite e compagne accusano il colpo e le bustocche ne approfittano (7-2 sul muro di Stevanovic) per andare subito in fuga… per la vittoria. Firenze prova il recupero (14-12), rinviando il più possibile il momento della resa (Belien firma il 18-17), ma Busto passa sempre con continuità e sull’attacco sporco di Gray chiude 25-20 in 24’. Nello score finale Mingardi, come già detto, è la top scorer con 20 punti, seguita da Nwakalor a 15: sul podio, in doppia cifra, Stevanovic e Sorokaite con 10.

SCANDICCI-CHIERI 3-1 (26-24, 25-20, 18-25, 25-16)

—   Dopo due schiaffi, o se preferite sconfitte, subite dalla Savino Del Bene contro la Reale Mutua Fenera nella scorsa stagione, arriva un acuto importante. Il primo set è stato davvero equilibrato e si è risolto solamente ai vantaggi, non senza però che vi sia stata una controversia arbitrale ad aver influito sul risultato finale. Sul 24-23 per le piemontesi c’è stata un’azione contestata con un’invasione non fischiata a Malinov. E mentre sul tabellone si poteva leggere “Sì” al fallo della palleggiatrice di Scandicci, gli arbitri Saltalippi e Toni affidavano il punto alla Savino. Sullo slancio dell’episodio, la squadra di Barbolini ha chiuso il set sul 26-24. Nella seconda frazione si porta subito avanti la Savino Del Bene e conquista quel distacco di cinque punti che poi terrà fino alla fine. Incisiva in attacco Lippmann per le padroni di casa, mentre tra le ragazze di Bregoli sale di giri Villani, schiacciatrice nata a Prato e che quindi ci teneva molto a fare bene da queste parti. Ne esce fuori un 25-20 che lancia le toscane verso la vittoria, ma che non annichilisce le piemontesi. Infatti nel terzo set arriva una bella reazione con Villani e Grobelna ad attaccare bene dai lati e con Alhassan e Mazzaro a fare la voce grossa al centro, specialmente a muro. Sul 24-17 per Chieri, Alberti annulla il primo set point, ma sull’azione successiva, Orthmann spedisce fuori la battuta del 25-18. Nel quarto e ultimo parziale la Savino ritorna a giocare al meglio mettendo in mostra un’ottima Lippmann e con le brasiliane Natalia e Bia in netto crescendo. Poi nel finale ci mette molto lo zampino anche Alberti. Ed è proprio l’ex giocatrice del Bisonte Firenze a chiudere il match con una sette vincente (25-16 e 3-1 finale).

ROMA-MONZA 0-3 (22-25, 18-25, 22-25)

—   Ci si aspettava una risposta di carattere da parte di Roma e questa c’è stata. Nonostante la sconfitta per 3-0, le ragazze di Saja hanno dimostrato di poter mettere in difficoltà anche una squadra meglio attrezzata come la Vero Volley Monza. Nella prima frazione di gioco Monza conduce costantemente, con Roma a stretto giro, fino alla fine, grazie a delle ottime giocate d’attacco e alla ormai costante Klimets che realizza ben otto punti. Per la Vero Volley Monza, Van Hecke decisiva con sette punti realizzati, seguita da Zakchaiou con quattro. Nel secondo set le capitoline partono benissimo, riuscendo a stare avanti alle brianzole grazie ad un’ottima fase offensiva. Monza riesce poi a passare in vantaggio sul 10-11, allungando, con una serie di giocate in attacco molto efficaci. Roma perde lucidità e viene chiamato il time-out da Saja sull’11-16. Si riprende subito con un punto per la squadra di casa, ma le lombarde allungano ancora, arrivando sul 13-18. Roma non molla e riesce, con tenacia e determinazione, a recuperare fino al 17-20. Monza allunga ancora e viene chiesto il secondo time-out. Ace di Van Kecke (9 punti per lei) ed ennesima risposta di Hanna Klimets (4 punti) portano il risultato sul 18-23. Monza riesce poi a chiudere il set sul 18-25. Terzo parziale che vede le due compagini affrontarsi a viso aperto, con botta e risposta continui. Roma riesce ad allungare portandosi sul 10-7 e costringendo Monza al time out. L’Acqua&Sapone prende il volo, trascinata in attacco dalla solita Klimets, portandosi sul 15-10. Monza costretta a chiamare il secondo time out. Le brianzole rispondono bene, accorciano le distanze e costringono Saja al time-out sul 16-14. Le ospiti recuperano e sorpassano, con Van Hecke in giornata di grazia (27 punti totali per lei), e sempre Klimets (8 punti) a tenere accese le speranze per le romane. Allungano ancora le brianzole, portandosi sul 20-24, ed è poi Zakchaiou a realizzare il punto che spegne le speranze di Roma, chiudendo il set sul 22-25. Nella prossima giornata Roma sarà ospite a Novara, mentre Monza incontrerà tra le mura amiche Casalmaggiore.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Volley/14-11-2021/volley-a-1-donne-risultati-settima-giornata-4202398298549.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: